Fiat 500e non vende nemmeno negli Stati Uniti: dati deludenti

Francesco Armenio
Le vendite di Fiat 500e deludono anche negli Stati Uniti, con pochissime vendite negli ultimi due mesi.

Negli ultimi mesi Stellantis sta facendo molta difficoltà a smaltire il proprio inventario negli Stati Uniti. La causa delle vendite in calo sono attribuibili a prezzi elevati, così come i tassi di interesse, inflazione e costo della vita in continuo aumento. Di conseguenza, marchi come Dodge, Jeep, Ram e Chrysler fanno molta difficoltà a trovare nuovi acquirenti. A questi si aggiunge anche Fiat con la 500e, che da poco è sbarcata anche negli Stati Uniti e Canada con diverse versioni speciali.

Fiat 500e va male anche negli Stati Uniti: vendite inferiori alle aspettative

Fiat 500e

Nella classifica delle auto che richiedono più tempo a trovare un proprietario ci sono diversi modelli di brand Stellantis. La seconda posizione è occupata proprio dalla Fiat 500e, che negli ultimi 45 giorni ha venduto 101 unità, con ancora 1.031 unità disponibili presso i concessionari americani. Ciò significa che i concessionari, con questa media, potrebbero terminare le scorte tra 459 giorni. Numeri che, in aggiunta a quelli delle vendite italiane, lasciano capire il motivo per cui Stellantis ha deciso di interrompere la produzione dello stabilimento di Mirafiori fino a settembre.

La terza posizione è occupata da Dodge Hornet, con 1.889 vendite negli ultimi 45 giorni e 16.131 unità disponibili ancora nei concessionari. Quarta posizione per Maserati Levante con 118 vendite negli ultimi 45 giorni a 903 unità ancora disponibili. La nona e decima posizione sono occupate da Jeep Gladiator e Ram 3500, rispettivamente con 5.307 e 3.828 unità vendute negli ultimi 45 giorni, con 26.504 e 19.045 modelli disponibili nei concessionari.

Fiat 500e

Sembra che Stellantis nel mercato americano faccia molta fatica a decollare. Qui, infatti sono previsti ulteriori licenziamenti e le vendite nel primo semestre dell’anno sono calate del 21%, pari a 344.993 unità. Dunque, oltre ai 3.500 dipendenti di Mirafiori, resteranno a casa altri 1.600 dipendenti dello stabilimento di Warren, mentre quelli di Toledo saranno smistati in altre fabbriche limitrofe.

Seguici con Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie Automotive Clicca Qui!

  Argomento:  -