in ,

Fiat Tipo: consegnati circa 1.300 esemplari all’Arma dei Carabinieri

Si rinnova la flotta dell’Arma dei Carabinieri: proseguono infatti le consegne dei circa 1.300 esemplari della nuova Fiat Tipo

Tipo Carabinieri

Si rinnova la flotta dell’Arma dei Carabinieri, un valido motivo per scegliere nuove vetture a marchio Fiat: proseguono infatti le consegne dei circa 1.300 esemplari della nuova Fiat Tipo. L’iconico modello del costruttore torinese è stato infatti assegnato alle Stazioni dell’Arma dei Carabinieri.Tipo Carabinieri
La fornitura prevede un accordo quadro di noleggio, ovvero una scelta decisamente ideale per avere a disposizione mezzi sempre efficienti senza immobilizzare capitali. Per fare ciò, Fiat si è servita della collaborazione col partner Leasys, che si conferma dunque operatore capace di svolgere incarichi complessi anche per clienti importanti, mettendo al centro le esigenze differenti.

Tipo Carabinieri

La nuova Fiat Tipo destinata all’Arma dei Carabinieri sfrutta un allestimento specifico

La nuova Fiat Tipo consegnata ai Carabinieri è caratterizzata dalla classica livrea istituzionale Blu Arma con tetto bianco. La nuova flotta prevede l’adozione di Fiat Tipo a cinque porte equipaggiate con propulsore diesel 1.6 Multijet da 130 cavalli di potenza.
L’allestimento delle Fiat Tipo destinate ai Carabinieri italiani è stato sviluppato in maniera speciale, sulla base delle richieste provenienti direttamente dall’Arma dei Carabinieri. Buona parte dei componenti che trasformano la Fiat Tipo in un mezzo speciale sono prodotti presso lo storico stabilimento Fiat di Mirafiori, e sempre a Mirafiori vengono poi assemblati.

Tra le dotazioni specifiche citiamo chiaramente la coppia di lampeggianti disposti sul tetto, abbinati al faro brandeggiante; ci sono inoltre dei LED applicati sulla calandra, sul portellone interno e lateralmente rispetto al portatarga, oltre alla sirena bitonale.
L’abitacolo prevede la predisposizione Radio Carabinieri, un altoparlante aggiuntivo sotto la plancia e un’antenna specifica con botola per l’ispezione. La plancetta degli ulteriori comandi disposta sul tunnel centrale è dotata di tasti retroilluminati, e il montante anteriore prevede la luce leggi mappa.

Tipo Carabinieri

Sotto i sedili trovano spazio due porta arma bivalenti, oltre a porta cartelle, due torce, una rete porta tablet, due porta tonfa e due porta paletta. Il vano baule ospita un piano scrittoio scorrevole, una plafoniera specifica e una presa di corrente da 12V. A bordo della nuova Fiat Tipo destinata ai Carabinieri non mancano nemmeno la cassetta di pronto soccorso, l’estintore da 2 kg, tappeti in gomma anteriori e posteriori con bottoni sull’anteriore, fodere amovibili per i sedili posteriori e catene da neve autotensionabili.

Con la fornitura di questa nuova flotta di Fiat Tipo si amplia la gamma di veicoli a marchio Stellantis oggi in dotazione ai Carabinieri. Questa contempla già, tra gli altri modelli, Alfa Romeo Giulia e Jeep Renegade. Nel rispetto di un connubio che si protrae dagli Anni Cinquanta: tra le famose “gazzelle” dell’Arma, infatti, c’è sempre stata una vettura del costruttore torinese, un’Alfa Romeo o una Lancia. Un sodalizio forte che pone in risalto l’eccellenza dei prodotti italiani al servizio della sicurezza e dell’ordine pubblico del Paese.