in

Jeep: per il 2022 due nuove proposte in Europa

Per dare un’impennata alle vendite, la Jeep ha in programma nel 2022 due nuove uscite in territorio europeo.

Jeep logo

Per il 2022 Jeep ha in serbo dei piani importanti anche nel Vecchio Continente. Con due novità di grande rilievo, lo storico marchio statunitense tenterà di conquistare le concessionarie europee. Il primo veicolo annunciato sarà la nuova Jeep Renegade, della quale cominciano a trapelare delle immagini provenienti direttamente dal Brasile.

Jeep Renegade: rinnovamento in vista per il 2022

Jeep Renegade

La vettura riceverà un moderato restyling con lievi upgrade sul fronte della caratterizzazione estetica e tecnologica. Le consuete migliorie di metà carriera che le daranno modo di stare sul mercato ancora qualche anno, prima di cedere il passato. Visto che la concorrenza nel segmento non rallenta assolutamente, è essenziale apportare degli accorgimenti, onde evitare di vedersi spazzati via nel giro di breve.

Sarà una veicolo intermedio, il cui compito sarà di fungere pure da anticamera verso la prossima generazione. E qui sì che assisteremo presumibilmente a una rivoluzione. Insomma, senza andare oltre i confini della società madre, il gruppo italo francese Stellantis, si tratterà di qualcosa sulla falsariga di Fiat 500X, a sua volta costruita presso lo stabilimento produttivo di Melfi.

Il SUV di segmento B che tutto il mondo chiedeva

Jeep logo

Comunque sia, il restyling della Jeep Renegade non costituirà l’unica novità per Jeep in territorio europeo. Sempre nel corso dei prossimi dodici mesi, l’azienda presenterà, infatti, il suo nuovo SUV di segmento B. Stando alle voci di corridoio trapelate, avrà una carrozzeria lunga circa 4.15 m, che sarà realizzata su piattaforma CMP, presso l’impianto di Tychy, in Polonia. Ed è proprio questa, almeno sulla carta, l’arma segreta per imporsi sulla concorrenza.

Una pedina cruciale nello scacchiere della compagnia, una tessera del puzzle cruciale per le ambizioni della società. Nelle stime iniziali, la futura proposta commerciale sarà in grado di incrementare, e non in misura marginale, le vendite nel Vecchio Continente. Oltretutto, parleremmo della prima auto a trazione completamente elettrica portata nei nostri confini. Già, una Jeep al 100 per cento a zero emissioni, senza tradire la natura del brand, seppur concepita per la guida in un contesto urbano.

Grazie alle due new entry, la compagnia pensa di registrare un’ulteriore impennata delle vendite. Nello specifico, le speranze fanno riferimento al prossimo B-SUV, che condurrà il Costruttore USA in un sentiero finora inesplorato. In merito, invece, ai piani di medio-lungo termine, li rivelerà Stellantis stessa il prossimo 1° marzo 2022. Chissà cosa verrà annunciato per allora, quando conosceremo i progetti inerenti pure agli altri marchi del gruppo Stellantis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.