in

Nuova Dacia Duster: ecco come cambierà nel 2024

La nuova Dacia Duster che dovrebbe arrivare nel 2024 non snaturerà quelle che sono le sue principali caratteristiche

Dacia Duster
Dacia Duster

Parlando in esclusiva con Autocar dopo la recente rivelazione del marchio del suo rivale Nissan Juke appena aggiornato, il capo del prodotto di Dacia Duster, Julien Ferry ha sottolineato che il successore dell’attuale modello deve essere “la stessa” auto.  “Il suo ruolo nell’azienda è quello di fornire un ottimo rapporto qualità-prezzo”, ha affermato. “Deve rivolgersi a questi clienti che cercano un’auto semplice che possa andare fuoristrada”.

Ferry ha sottolineato che l’abilità fuoristrada di Duster sarà una priorità per il successore dell’attuale modello. La versione 4×4 in uscita della Dacia Duster è uno dei SUV a quattro ruote motrici più economici in vendita, con Ferry che lo definisce “il miglior fuoristrada non specializzato”. Dacia quindi “conserverà la ricetta e la aggiornerà su richiesta dei clienti”.

All’inizio di quest’anno, il CEO di Dacia Denis Le Vot ha affermato che il marchio di valore “sfrutterà al massimo” l’architettura CMF-B dell’Alleanza Renault-Nissan-Mistubishi, come già utilizzata dal fratello minore Sandero di Duster, come parte di una mossa per portare tutti dei modelli di Dacia e del marchio fratello Lada su un’unica piattaforma.

Questo apre la strada alla prossima generazione di Duster per adottare lo stesso propulsore ibrido plug-in del crossover Renault Captur di dimensioni simili, nonché una versione completamente elettrica che si trova in cima alla piattaforma CMF-BEV della nuova Renault 5 , che è orientato verso veicoli elettrici convenienti nei segmenti A e B.

L’architettura CMF-BEV è strettamente correlata alla struttura convenzionale CMF-B, il che rende possibile la produzione di auto basate su ciascuna di esse nello stesso luogo e persino sulla stessa linea. Fondamentalmente, le dimensioni complessive, inclusi il passo e gli sbalzi, sono sostanzialmente simili, riducendo al minimo il potenziale di costose modifiche della carrozzeria e del telaio per adattare il Duster alla completa elettrificazione.

Renault ha confermato che il concept 5 in stile retrò porterà in produzione i suoi grossi cerchi in lega da 16 pollici, suggerendo la capacità della piattaforma CMF-BEV di ospitare ruote e pneumatici fuoristrada di grande diametro che sono un fattore cruciale per il Duster che mantiene il suo cavallo di battaglia stile-appeal nella sua nuova generazione.

La piattaforma CMF-BEV è, tuttavia, a trazione anteriore e per ora non compatibile con i propulsori a doppio motore e quattro ruote motrici, a differenza della struttura CMF-EV più grande, che ospiterà un secondo motore nella parte posteriore della Alpine. prossimo crossover elettrico.

Ti potrebbe interessare: Dacia Duster e Suzuki Swift: zero stelle nei crash test di Latin NCAP

Lascia un commento