in

Pagani Utopia: la nuova supercar con cambio manuale a 7 marce

Presentata quella che prendeva il nome di C10

Pagani Utopia

Non capita tutti i giorni che Pagani sveli una nuova auto. La Zonda apparentemente non è mai morta e la Huayra è in produzione dal 2011. Sulla base di recenti teaser, sapevamo che l’azienda di supercar con sede a Modena stava lavorando a un nuovo modello con il nome in codice C10. Ora, finalmente, è arrivata la C10 per la produzione, e si chiama Pagani Utopia. Mentre il resto dell’industria spinge verso l’elettrificazione, l’Utopia abbraccia il suo omonimo come ultimo rifugio sicuro per gli amanti della benzina. Utilizza un motore V12 biturbo da 6,0 litri costruito appositamente per Pagani da Mercedes-AMG.

utopia

La potenza massima erogata dal propulsore è di 864 cv e 1100 Nm di coppia inviata alle ruote posteriori. È disponibile un cambio automatico trasversale a sette marce di Xtrac o, per la prima volta dalla Zonda, gli acquirenti possono optare per un cambio manuale a sette marce ad H. Questo motore apparentemente suona così bene che Horacio Pagani ha composto brani per pianoforte che sono stati suonati dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Milano per la rivelazione dell’Utopia.

Come per Zonda e Huayra, l’Utopia è realizzata in Carbo-Titanium, una combinazione di fibra di carbonio e titanio per la massima resistenza e il minor peso possibile. L’intera vettura punta la bilancia a poco meno di 1300 chili un numero incredibilmente basso per un’auto con propulsore V12 con oltre 800 CV.

Pagani Utopia dall'alto

Lo stile della Pagani Utopia

L’esterno dell’auto è modellato per l’aerodinamica dopo lunghi test in galleria del vento e ha una certa somiglianza con la Pagani Codalunga in edizione limitata. Alcuni dei dettagli qui sono semplicemente magnifici, tra cui i fanali posteriori ispirati alla turbina a reazione, l’aerodinamica attiva sospesa, le ruote della turbina, i pezzi del tetto in vetro e lo scarico quadruplo firmato Pagani. Piuttosto che porte ad ali di gabbiano come la Huayra, le porte dell’Utopia si aprono come una farfalla.

Pagani Utopia dall'alto

Pagani costruisce alcuni dei migliori interni di qualsiasi casa automobilistica, e l’Utopia non fa eccezione. Come i suoi predecessori, l’interno dell’Utopia fonde il passato con il futuro in una sorta di steampunk. Non ci sono enormi touchscreen all’interno, in realtà facendo un passo indietro in quel reparto rispetto all’Huayra. Ma chi ha bisogno di Apple CarPlay quando hai manometri e controlli in alluminio fresati a mano? Ci sono così tanti dettagli accurati all’interno che non riusciamo nemmeno a individuarli tutti dalle immagini fornite.

Utopia

Il leveraggio del cambio è il nostro elemento preferito degli interni. Non solo è una trasmissione manuale ad H, ma lascia anche il collegamento del cambio esposto come una Spyker. La trasmissione stessa sembra un’opera d’arte e immaginiamo che sarà anche un’opera d’arte da usare.

Parlando di proprietari, pochissime persone avranno l’opportunità di possedere la Pagani Utopia. La casa automobilistica italiana costruirà solo 99 esemplari, anche se non scarteremmo la possibilità per una roadster, edizioni speciali, modelli unici e spin-off che richiamano la storia di Pagani. Tutti e 99 gli esemplari sono già stati acquistati.

Pagani Utopia posteriore

Le consegne per il modello automatico inizieranno il prossimo anno, mentre il modello manuale arriverà più tardi.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!