in ,

Per Volkswagen l’idrogeno è una soluzione ancora lontana

Volkswagen sta dedicando la maggior parte delle sue risorse per la crescita della sua famiglia ID. destinata alle elettriche a batteria

Volkswagen
Volkswagen

Quella delle celle a combustibile a idrogeno è una delle tecnologie che si è posizionata come chiave per il futuro dell’industria automobilistica. Tuttavia, il Gruppo Volkswagen non vede l’auto a idrogeno come qualcosa di effettivamente praticabile al momento. Almeno nel breve termine. Il costruttore tedesco esclude infatti di salire sul carrozzone delle auto a idrogeno in questo decennio.

Negli ultimi anni l’auto elettrica a batteria si è posizionata come l’unica tecnologia valida per l’immediato futuro dell’industria automobilistica, ma non poche case automobilistiche prevedono uno scenario in cui coesisteranno diverse tecnologie di propulsione. Essendo la cella a combustibile a idrogeno una di queste. Stellantis, Toyota, General Motors, Hyundai… Questi sono alcuni dei costruttori che hanno scommesso sull’idrogeno.

Mesi fa sono emerse informazioni molto importanti che indicavano direttamente come la Volkswagen avesse deciso di cambiare strategia e rientrare nella corsa delle auto a idrogeno. È molto importante che un costruttore come Volkswagen decida di scommettere sull’idrogeno in modo che sia un’opzione praticabile a medio e lungo termine. Tuttavia, poco dopo che tali informazioni sono venute alla luce, le recenti dichiarazioni rilasciate dal massimo dirigente della Volkswagen hanno portato a un cambio di scenario.

La Volkswagen non vede la possibilità di lanciare auto a idrogeno entro questo decennio

Al CES 2023, evento che si è svolto solo poche settimane fa a Las Vegas negli Stati Uniti, un media specializzato ha avuto modo di parlare con Thomas Schäfer, CEO di Volkswagen, di come l’azienda sta affrontando l’impegno rivolto nei confronti dell’idrogeno; la risposta fornita da Schäfer ha generato molte polemiche.

Volkswagen non ha escluso l’uso dell’idrogeno, ma ha chiarito che non è un’opzione praticabile nel breve termine: “l’idrogeno è pura fisica ed è costoso. Non è competitivo, tanto meno per le autovetture, i cui serbatoi occupano spazio nell’abitacolo. Forse per i veicoli commerciali, ma non per le auto. Quindi non credo che ciò accada in questo decennio. Perlomeno non nel caso della Volkswagen”, ha ammesso Schäfer.

Thomas Schäfer
Il CEO di Volkswagen, Thomas Schäfer

Queste dichiarazioni di Schäfer non chiudono comunque la porta a un’auto a idrogeno targata Volkswagen. Parallelamente, punta i riflettori sui furgoni a idrogeno. Un mercato molto vivace. Tanto più che ad esempio un grande Gruppo come è Stellantis ha presentato la sua nuova generazione di veicoli commerciali con un sistema di celle a combustibile a idrogeno. La disponibilità di automobili a celle a combustibile a idrogeno di serie è attualmente molto limitata. Attualmente è possibile acquistare solo due vetture dotate della tecnologia FCEV sull’intero territorio europeo. Si tratta della Toyota Mirai e della Hyundai Nexo.

Volkswagen sta dedicando la maggior parte delle sue risorse per alimentare la crescita della sua famiglia ID. destinata alle sole auto elettriche, a batteria. A lungo termine, quando si avvicinerà la morte dell’auto termica in Europa, le celle a combustibile a idrogeno saranno un buon complemento alla tecnologia che, al momento, concentra verso un solo punto tutta l’attenzione del costruttore tedesco.

Looks like you have blocked notifications!