in

Porsche 718 diventa completamente elettrica

Secondo un nuovo rapporto di Car & Driver, Porsche 718 diventerà un veicolo completamente elettrico a batteria

Porsche 718
Porsche 718

Abbiamo sentito per la prima volta che Porsche stava cercando di diventare elettrica nel 2018 e ciò è stato confermato meno di un anno dopo. Secondo un nuovo rapporto di Car & Driver, la Porsche 718 diventerà un veicolo completamente elettrico a batteria e continuerà a essere venduta sia in forma Boxster che Cayman, con la prima quasi garantita per mantenere un tetto in tessuto invece di passare a un hardtop.

Anche lo stile della carrozzeria cambierà solo leggermente, ma il frontale della futura Porsche 718 adotterà il nuovo “frontale elettrico” di Porsche con fari ispirati alla Taycan. E con una clientela media giovane per la 718, il prossimo modello vanterà un abitacolo molto tecnologico con uno stile futuristico, che la renderà “la Porsche più moderna”.

Le potenze nominali e altri dettagli non sono stati ancora confermati, ma si dice che Porsche miri a un’autonomia di almeno 250 miglia. I modelli più veloci avranno probabilmente un motore elettrico anteriore e diventeranno le prime Porsche 718 a trazione integrale.

Porsche vuole mantenere un motore a combustione oltre il 2030 e potrebbe non ibridare mai nemmeno la 911, il che spiega perché il marchio sta investendo così pesantemente nello sviluppo del carburante sintetico. Mantenere in vita un’auto a combustione interna è possibile solo se altri modelli riducono in modo massiccio le emissioni, quindi la Porsche 718 elettrica potrebbe essere la ragione per cui la tradizionale 911 mantiene le sue caratteristiche di guida distintive.

Impareremo di più man mano che la storia si sviluppa, ma ci aspettiamo una nuovissima Porsche 718 elettrica nel 2025, possibilmente con una controparte a benzina che si unirà a esso nelle prime fasi, se le imminenti normative sulle emissioni Euro 7 lo consentiranno.

Ti potrebbe interessare: Porsche Taycan: migliora autonomia e dotazioni tecnologiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *