in ,

Presso i Porsche Centres si potranno riparare le batterie ad elevato voltaggio

Porsche vuole imporsi obiettivi più ambiziosi che mai: entro il 2025, la metà di tutte le nuove vetture vendute sarà elettrificata

PorscheCenters

Porsche vuole imporsi obiettivi più ambiziosi che mai: entro il 2025, la metà di tutte le nuove vetture vendute dal costruttore sarà elettrificata, sia completamente elettrica che ibrida plug-in. Entro il 2030, si prevede invece che la quota di tutti i nuovi veicoli Porsche con un propulsore completamente elettrico supererà l’80%. Il costruttore delle iconiche sportive sta adottando un approccio interessante per ciò che riguarda i veicoli elettrificati con batterie ad alto voltaggio. Il concept di Porsche copre l’approvvigionamento e la produzione, la consulenza, la vendita e l’assistenza, la logistica e il riciclo.

Il passaggio dai motori a combustione ai motori elettrici sta cambiando il business dei servizi di oggi, in particolare nell’organizzazione dei concessionari Porsche. Porsche Aftersales sta preparando sistematicamente i suoi concessionari a questo cambiamento con la sua “Road-to-X Initiative” che comprende, tra l’altro, misure volte ad aumentare la fedeltà al servizio e ad aumentare la produttività nelle officine.

Allo stesso tempo, il concetto di riparazione per le batterie ad alto voltaggio fornisce un contributo significativo alla sostenibilità e alla conservazione delle risorse. All’inizio del processo di sviluppo della batteria, Porsche guarda oltre le tradizionali considerazioni legate alla fattibilità o meno della produzione del componente. I team di sviluppo si assicurano inoltre che la costruzione del vettore energetico sia il più semplice possibile, in modo che possa essere riparato presso i Porsche Centres qualificati più avanti nel suo ciclo di vita. Ad esempio, sulle Porsche Taycan vengono installati 28 o 33 moduli, a seconda della capacità della batteria. L’alloggiamento della batteria può essere aperto per consentire la sostituzione di moduli in celle e altri componenti. L’abilitazione di riparazioni così dettagliate è vantaggiosa per i clienti anche dal punto di vista dei costi.

Porsche

“La capacità totale della batteria è determinata dalla cella peggiore: se una cella perde capacità, ne limita l’autonomia”, afferma Christian Brügger, Product Engineer nella divisione Aftersales Electrics di Porsche. “Possiamo rilevare una cella difettosa utilizzando il tester diagnostico in officina. Ad esempio, se le tensioni non corrispondono, sappiamo quale modulo deve essere sostituito prima della riparazione”.

Per soddisfare l’interesse dei suoi clienti per la capacità e le condizioni delle batterie ad alto voltaggio, Porsche ha fatto i primi sforzi per consentire l’analisi per la Taycan nelle officine che utilizzano apparecchiature diagnostiche Porsche. I dettagli del processo di lettura sono stati inviati ai Porsche Centres all’inizio di marzo, consentendo loro di leggere i dati in modo indipendente e inviarli ai clienti. Porsche prevede inoltre di offrire una soluzione tramite app che consentirà ai clienti stessi di scoprire lo stato di salute del proprio veicolo.

I moduli in celle che sono ancora funzionanti ma non più adatti per alimentare un veicolo possono essere utilizzati per compiti differenti. Nell’ambito della sua strategia di seconda vita, Porsche sta lavorando a un progetto pilota che consentirà il riutilizzo delle batterie ad alto voltaggio. Queste batterie vengono smontate fino al livello del modulo e installate in vettori energetici fissi. Lavorando con il Gruppo Volkswagen e altri partner professionali, Porsche ha apportato continui miglioramenti ai suoi processi di riciclaggio esistenti con l’obiettivo di aumentare la percentuale di materie prime in circolazione, al fine di riutilizzare questi materiali in nuove batterie.

Porsche

Un concept di servizio multi stage nell’idea di Porsche per i veicoli elettrici

Il costruttore ha anche sviluppato un modello dedicato alla manutenzione dei veicoli Porsche completamente elettrici. Il primo modello completamente elettrico del costruttore, la Taycan, ha esigenze di assistenza e riparazione molto diverse rispetto ai veicoli equipaggiati con i tradizionali motori a combustione. Ad esempio, l’elettrica ha un intervallo di manutenzione di due anni o 30.000 chilometri. Tuttavia, poiché attività come il cambio di candele o dell’olio non sono più rilevanti, è probabile che la portata della manutenzione venga ridotta di circa il 30%, come rivelano gli indicatori iniziali relativi proprio alla Porsche Taycan. Inoltre, il gruppo propulsore elettrico, inclusa la batteria ad alto voltaggio, è completamente esente da manutenzione. Tuttavia, i lavori di riparazione sui veicoli elettrici richiedono una formazione specifica e strumenti specializzati che i Porsche Centres devono ottenere prima di poter offrire questi servizi.

Porsche

Il concetto di servizio per i veicoli elettrici comprende quindi più fasi: la base è il centro di supporto per l’alta tensione, che è specificamente configurato per la riparazione della batteria ad alta tensione, dispone di strumenti specializzati adeguati e dispone anche di esperti in alta tensione appositamente formati. La casa automobilistica sta inoltre istituendo hub interregionali presso alcuni centri qualificati, che si occuperanno delle riparazioni dei veicoli ad alta tensione nelle aree in cui non esiste una base dedicata nelle vicinanze. Il Porsche Center che inizialmente accetta il veicolo per la riparazione lo porterà al Centro dedicato all’alta tensione, dove verranno eseguiti i lavori insieme a un controllo di qualità finale, prima che venga restituito al Porsche Center originale.

Se non è possibile trasportare il veicolo in un centro di riparazione dedicato, verrà impiegato un tecnico di riparazione “volante”. Questi esperti mobili di alta tensione possono riparare le batterie ad alta tensione difettose in loco. In anticipo, il Porsche Center competente riceve tutti gli strumenti ad alta tensione e i pezzi di ricambio necessari per il lavoro. Ciò crea una rete di assistenza completa per la riparazione della batteria ad alta tensione.

Porsche

Tre livelli di qualificazione per i lavori di riparazione

Ultimo ma non meno importante, il lavoro sulla Porsche Taycan in quanto primo veicolo di serie con una tensione di sistema di 800 Volt, richiede anche una chiara divisione dei compiti e delle responsabilità. In quest’ottica, Porsche ha definito tre livelli di qualificazione: elettricisti qualificati, tecnici dell’alta tensione ed esperti dell’alta tensione. Gli elettricisti qualificati hanno una qualifica di base che consente loro di eseguire riparazioni standard su veicoli con sistemi ad alta tensione, come il cambio delle gomme o delle spazzole dei tergicristalli. Devono essere informati e supervisionati da un tecnico dell’alta tensione quando lavorano su un veicolo ad alta tensione.

I tecnici dell’alta tensione sono formati per lavorare su veicoli che sono stati scollegati dall’alimentazione di tensione e hanno familiarità con la classificazione e la conservazione delle batterie al litio. Sono inoltre qualificati per rimuovere e imballare batterie ad alto voltaggio classificate come “Normal” e “Warning”. Gli esperti di alta tensione hanno il più alto livello di qualificazione in un Porsche Center. Sono le uniche persone autorizzate a svolgere lavori all’interno di batterie ad alto voltaggio, maneggiare batterie ad alto voltaggio con difetti di isolamento e preparare e imballare questo tipo di batterie per il trasporto.

Porsche

Il know-how necessario per lavorare con i sistemi ad alta tensione viene insegnato in un corso di formazione appositamente coordinato per tutte le aree di attività. “Offriamo la qualifica di tecnico dell’alta tensione come parte di un approccio di formazione”, afferma Stefan Schierle, HV Trainer presso Porsche Aftersales.

Looks like you have blocked notifications!