in

Red Bull ha chiesto alla FIA di ispezionare le sospensioni della Mercedes

Red Bull avrebbe richiesto alla FIA di esaminare le sospensioni della Mercedes

Red Bull
Red Bull

Si dice che la Red Bull abbia chiesto alla FIA di esaminare la sospensione posteriore della Mercedes, di cui Christian Horner ha discusso ad Austin. Horner, il team principal della Red Bull , ha fatto riferimento a un “dispositivo rettilineo” che abbassa la parte posteriore della vettura, aumentando la velocità massima della W12 e che secondo lui aveva aiutato notevolmente la Mercedes al Gran Premio di Turchia vinto da Valtteri Bottas.

Ora, Auto Motor und Sport riferisce che la Red Bull “ha fatto esaminare più da vicino la sospensione posteriore delle frecce d’argento” per quanto riguarda la sua legalità, ma che “l’indagine è stata inconcludente”. Tuttavia, piuttosto che essere un’innovazione, il rapporto afferma che altri sette team fanno la stessa cosa, alcuni “apparentemente anche più radicalmente della Mercedes” e che la Ferrari ha ammesso che è stato un loro “normale strumento di configurazione” per anni.

Inoltre, quella Mercedes “ha a bordo questo sistema da anni”, con l’asse posteriore invariato dall’inizio della stagione 2020. Si dice che un ingegnere abbia detto: “Era una delle parti omologate per noi. Non potevamo cambiarlo affatto. Quindi gli effetti sono sempre rimasti gli stessi”. Il boss della Mercedes Toto Wolff e Christian Horner della Red Bull si affrontano.  Gran Premio del Bahrain 2021

Auto Motor und Sport cita Horner dicendo che l’effetto del “dispositivo” è stato ridotto ad Austin, sede del Gran Premio degli Stati Uniti, rispetto ai precedenti circuiti di Sochi e Istanbul Park dove rispettivamente Lewis Hamilton e Bottas sono stati i vincitori. “Il vantaggio varia da pista a pista”, ha detto Horner. “Qui [Austin] è meno perché ci sono abbastanza curve veloci in cui non puoi abbassare troppo il posteriore senza perdere il carico aerodinamico. Quindi non possono trarre grandi benefici nemmeno sui rettilinei. “A Sochi e Istanbul è stato possibile. La Mercedes ci ha tolto sette decimi sui rettilinei”.

Ti potrebbe interessare: Mercedes accusa la Red Bull di aver infangato il nome di Hamilton

Lascia un commento