in

Tesla Model S e X: nuovo richiamo

Tesla Model X e Tesla Model S sono state nuovamente richiamate dalla casa di Elon Musk per un problema agli airbag

Tesla Model S Plaid
Tesla Model S Plaid

Tesla richiamerà diverse migliaia di veicoli Tesla Model S e Model X  prodotti nel 2021 a causa di un problema con l’airbag. Un’indagine di un fornitore messicano della casa californiana ha scoperto che i processi di avvolgimento e intaglio utilizzati sullo sportello del coperchio potrebbero far impigliare l’airbag durante l’apertura. Ciò potrebbe potenzialmente causare lo scoppio del tessuto dell’airbag provocando danni a passeggeri e guidatore.

Nuovo richiamo a causa degli airbag per Tesla Model S e X

L’avviso di richiamo emesso dalla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) rileva che il fornitore ha iniziato a produrre coperture per porte airbag difettose il 29 giugno 2021 e ha continuato a produrle fino all’8 settembre 2021.

Come misura precauzionale, Tesla ha annunciato che richiamerà i veicoli Tesla Model S del 2021 prodotti dal 21 giugno 2021 al 29 settembre 2021 e i veicoli Model X 2021 prodotti dal 3 settembre 2021 al 23 settembre 2021. Un totale di 7.600 veicoli sono rimasti coinvolti nel richiamo.

La casa automobilistica di Elon Musk risolverà il problema semplicemente sostituendo l’airbag del conducente su tutti i veicoli interessati. Il ricambio ha un nuovo design che rinforza il tessuto ammortizzante dove può verificarsi la rottura. Tutti i concessionari e i centri di assistenza Tesla sono già a conoscenza del richiamo e i proprietari riceveranno una notifica per posta entro il 7 gennaio 2022.

Tesla Model X
Tesla Model X e Tesla Model S sono state nuovamente richiamate dalla casa di Elon Musk per un problema agli airbag

Questo richiamo arriva solo un paio di settimane dopo che quasi 12 mila Tesla Model S, Model 3, Model Y e Model X sono stati richiamati a causa di un errore di comunicazione del software che potrebbe portare a un falso avviso di collisione frontale e a una falsa frenata di emergenza automatica. Vedremo dunque a proposito di questo richiamo quali altri aggiornamenti arriveranno nei prossimi giorni dalla casa automobilistica americana.

Ti potrebbe interessare: Ford sfida Tesla: l’obiettivo è diventare il più grande produttore di auto elettriche

Lascia un commento