in ,

Volkswagen: il nuovo CEO vuole ridurre il Consiglio di amministrazione

Il futuro capo della Volkswagen Oliver Blume starebbe valutando la possibilità di ridimensionare il consiglio di amministrazione

Volkswagen logo

Secondo un rapporto dell’agenzia di stampa Reuters, il futuro capo della Volkswagen Oliver Blume starebbe valutando la possibilità di ridimensionare il consiglio di amministrazione del gruppo. La direzione dell’azienda, che si era allargata a dodici membri sotto il suo predecessore Herbert Diess, si era rivelata troppo ampia e difficile da coordinare, hanno detto a Reuters diverse persone che hanno familiarità con la questione. “Alcune cose dovrebbero essere riconsiderate con le doppie funzioni”, ha spiegato uno degli addetti ai lavori.

Il futuro CEO di Volkswagen vuole ridimensionare il suo Consiglio di amministrazione

Il gruppo ha annunciato tre settimane fa che Oliver Blume sostituirà Diess. Guiderà il gruppo dall’inizio di settembre in un’unione personale con la filiale VW Porsche AG. Secondo il rapporto Reuters, il numero dei dipartimenti del consiglio potrebbe scendere a otto o nove. Ma questo non è stato ancora deciso. Né Volkswagen e Porsche né il principale azionista Porsche SE hanno voluto commentare queste voci.

Secondo i circoli del gruppo, il core team attorno a Blume include il CFO Arno Antlitz, il membro del consiglio di amministrazione delle risorse umane Gunnar Kilian, il Chief Legal Officer Manfred Döss e Thomas Schäfer  che dirige Skoda e Seat. Nel team rientra anche anche Markus Duesmann, che guida il gruppo premium con Audi, Lamborghini, Bentley e la casa motociclistica Ducati.

Secondo Reuters, ci sono punti interrogativi dietro i dipartimenti del responsabile acquisti Murat Aksel e del direttore vendite Hildegard Wortmann . “Ci si può chiedere perché anche un direttore degli acquisti per il marchio di autovetture VW debba essere rappresentato nel consiglio di amministrazione del gruppo”, ha affermato uno degli addetti ai lavori. Lo stesso vale probabilmente per Wortmann, che, oltre all’Audi, dirige anche l’ufficio vendite del gruppo.

Volkswagen logo

È probabile che lo stesso nuovo CEO Oliver Blume consegni la responsabilità della produzione al consiglio di amministrazione del gruppo per avere più libertà per i suoi compiti ai vertici del gruppo. Gli addetti ai lavori hanno affermato che non è stato ancora deciso chi assumerà l’incarico e se rimarrà a livello di consiglio. Secondo fonti aziendali, il consiglio di sorveglianza si riunirà a fine settembre per la sua prossima riunione ordinaria. A quel punto, Blume riunirà il suo team di gestione.

Ti potrebbe interessare: Volkswagen T-Cross: ad agosto a 229 euro al mese con estensione della garanzia

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!