in

Volvo sperimenta l’acciaio senza fossili con SSAB

Volvo XC40

Volvo Cars sta collaborando con il produttore di acciaio svedese SSAB per esplorare insieme lo sviluppo di acciaio di alta qualità senza fossili per l’uso nell’industria automobilistica. La collaborazione rende Volvo Cars la prima casa automobilistica a collaborare con SSAB e la sua iniziativa HYBRIT, i progetti più ambiziosi e avanzati dell’industria siderurgica nello sviluppo dell’acciaio senza fossili.

HYBRIT è stata avviata da SSAB, dal produttore di minerale di ferro LKAB e dalla società energetica Vattenfall. Mira a sostituire il carbone da coke, tradizionalmente necessario per la produzione di acciaio a base di minerale di ferro, con elettricità e idrogeno senza fossili. Il risultato dovrebbe essere la prima tecnologia al mondo per la produzione di acciaio senza fossili, praticamente senza emissioni di carbonio.

Nell’ambito della collaborazione, Volvo Cars sarà la prima casa automobilistica a garantire l’acciaio SSAB realizzato con ferro a ridotto contenuto di idrogeno proveniente dall’impianto pilota di HYBRIT a Luleå, in Svezia. Questo acciaio sarà utilizzato a scopo di test e può essere utilizzato in una concept car. Nel 2026, SSAB mira a fornire al mercato acciaio senza fossili su scala commerciale. Volvo Cars mira anche a essere la prima casa automobilistica a utilizzare acciaio privo di fossili per le proprie auto di produzione.

“Poiché riduciamo continuamente la nostra impronta di carbonio totale, sappiamo che l’acciaio è un’area importante per ulteriori progressi”, ha affermato Håkan Samuelsson, amministratore delegato di Volvo Cars. “La collaborazione con SSAB sullo sviluppo dell’acciaio senza fossili potrebbe portare a significative riduzioni delle emissioni nella nostra catena di approvvigionamento”.

“Stiamo costruendo una catena del valore completamente priva di fossili fino al cliente finale”, ha affermato Martin Lindqvist, Presidente e CEO di SSAB. “La nostra tecnologia innovativa non ha praticamente alcuna impronta di carbonio e contribuirà a rafforzare la competitività dei nostri clienti. Insieme a Volvo Cars, miriamo a sviluppare prodotti in acciaio senza fossili per le auto del futuro”.

L’industria siderurgica globale rappresenta circa il 7% delle emissioni globali dirette di carbonio, a causa del fatto che l’industria è attualmente dominata da una tecnologia di produzione dell’acciaio basata sul minerale di ferro, che utilizza altiforni dipendenti dal carbone da coke.

Per Volvo Cars, le emissioni di CO2 legate alla produzione di acciaio e ferro per le sue auto ammontano a circa il 35% in un’auto a motore tradizionale e al 20% in un’auto completamente elettrica delle emissioni totali di CO2 dal materiale e dalla produzione dei componenti in macchina.

La collaborazione con SSAB è l’ultima iniziativa che supporta il piano d’azione globale per il clima di Volvo Cars, uno dei più ambiziosi nel settore automobilistico. Il fulcro del piano è l’ambizione di Volvo Cars di diventare un marchio di auto completamente elettriche entro il 2030, con solo auto esclusivamente elettriche nella sua gamma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.