in , ,

Vw-Porsche 914

porsche 914

porsche 914A metà degli anni Sessanta la Volskwagen manifestava il desiderio di rimpiazzare il vecchio modello e creare la sua prima vettura a motore centrale. Nello stesso tempo la Porsche, con cui aveva ottimi rapporti commerciali, voleva proporre un nuovo modello sportivo più economico, da affiancare alle utilitarie, sostituendo la 912. Mosse così da una comune ambizione, le due case automobilistiche, si accordarono per il lancio della nuova auto, la Vw-Porsche 914.

La 914 fu presentata nel 1969 al Salone dell‘Automobile di Francoforte. Si trattava di una coupè a due posti con una aerodinamica carrozzeria tipo Targa, cioè con tetto rigido asportabile sorretto da un robusto roll-bar centrale. Fu disegnata dalla Karman che si occupava anche dell’assemblaggio. Telaio e sospensioni furono realizzate dalla Porsche. Dotava di cambio manuale a cinque marce e freni a disco anteriori e posteriori. Possedeva inoltre due bagagliai. La meccanica prevedeva il posizionamento posteriore-centrale del motore. Quest’ultimo fu utilizzato in due varianti: la maggior parte delle 914 furono equipaggiate con VW 411 da 4 cilindri (montato nelle 914S e 914SC) ; un 6 cilindri Porsche a tre carburatori fu invece utilizzato per la 914/6. Il primo forniva una potenza massima di 80 Cv, il secondo erogava 110 Cv.

La vettura non ebbe il successo a cui aspirava, in quanto non aveva eccezionali prestazioni anche se il modello 914/6 dava buoni risultati sul circuito. Il prezzo era considerato troppo elevato per una Volskwagen e in più, i fedeli alla Porsche non avevano gradito la scelta di accostarsi al marchio VW. Nel 1972 quest’ultima si ritirò dal progetto e la Porsche proseguì da sola. Furono costruiti circa 82.000 esemplari, di cui solo 3.351 erano vetture 914/6. La 914 fu sostituita dalla Porsche 924

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!