TOP

Come controllare il livello dei liquidi dell’automobile?

Perché andare da un meccanico quando è possibile controllare il livello liquidi dell’automobile da soli? Si tratta di un controllo importante che evita guasti, problemi tecnici e ci segnala importanti elementi sullo stato di salute della nostra automobile. Ecco che cosa bisogna fare.

Innanzitutto controllare il manuale della vettura che indica quando controllare i fluidi motore, si tratta di un’operazione che consente di non perdere la garanzia quindi è importante rispettare il calendario indicato.

Per controllare il livello liquidi dell’auto bisogna parcheggiare la vettura su una superficie piatta e tirare il freno a mano, aprire il cofano e usare l’asticella di segnalazione dei liquidi. In sostanza è quella che si usa quando si controlla l’olio del motore. In genere questo si filtra quando è ancora caldo perché diventa più facile la rimozione, ma il controllo del livello deve essere fatto sempre a freddo, in genere se la macchina è stata usata dopo un’ora. Prima di inserirla nella fessura di lettura è importante pulirla. L’asta ha dei segni che indicano l’intervallo di un livello di olio accettabile (spesso con una tacca, una fossetta, o un segno scritto). Confronta il livello che hai misurato con il manuale della vettura. Se il livello dell’olio è troppo basso, dovrai aggiungere dell’olio per motori appropriato prima di guidare l’auto.

Continuiamo a controllare il livello liquidi auto, si passa alla trasmissione seguendo sempre le indicazioni di fabbrica contenute nel manuale della vetture. Questo esame bisogna eseguirlo con il motore acceso e riscaldato, il cambio in posizione di folle. Si usa sempre un’asticella che si inserisce fino in fondo al serbatoio. Il liquidi di trasmissione in genere è rossastro, dovrebbe essere cambiato ogni 35.000 chilometri soprattutto quando la macchina è nuova. Se il liquidi è marrone o nero sarebbe importante sostituirlo in quanto questo serve a lubrificare la trasmissione e il sistema di marce della vettura. Il controllo continua con il liquido dei freni e in genere si fa ad occhio nudo grazie al contenitore fisso specifico che dovrebbe contenere delle asticelle di misurazione. Si passa al liquido di servosterzo, sempre contenuto in un serbatoio che consente la misurazione ad occhio nudo. Esistono due gradi di osservazione per il liquido a servosterzo: a motore caldo e motore freddo. A motore caldo si rispetta la regola dell’automobile in folle, a motore freddo bisogna sempre aspettare un’ora o fare l’osservazione di prima mattina quando l’auto è stata ferma per tutta la notte. Gli altri due livelli liquidi automobili da controllare sono il refrigerante che si trova vicino a radiatore e il liquido di pulizia del parabrezza.

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>