Toyota Rav4, arriva la quinta generazione

La Toyota Rav4 giunge alla sua quinta generazione dopo quasi 25 anni di interessanti successi in termini di vendite. Il debutto è stato fissato al Salone di New York e si tratta di una vettura totalmente rinnovata, ora il design esterno si presenta più muscoloso e originale oltre che maggiormente votato alle linee rette. Presente una versione ibrida che abbina un motore elettrico al 4 cilindri benzina da 2.5 litri e alla trasmissione ECVT. Il sistema integrale viene realizzato proprio accoppiando i due motori visto che l’elettrico viene posto al retrotreno, viene meno quindi l’albero di trasmissione e il differenziale.

 

Il sistema ibrido nonostante dovrebbe essere identico a quello utilizzato attualmente, viene ulteriormente migliorato. La trazione integrale classica rimane invece per il motore benzina 2.0 litri con differenziale posteriore in grado di disconnettersi se non necessario per le versioni con trasmissione automatica.

La nuova Toyota Rav4 si basa sulla piattaforma modulare TNGA già utilizzata per la Prius. Ora vengono rese disponibili le sospensioni posteriori multilink e la rigidità nel complesso aumenta di quasi il 60%. Nelle misure esterne la Rav4 rimane invariata rispetto al modello che sostituisce visto che siamo sempre a 460 centimetri di lunghezza, con passo però aumentato di 3 centimetri, e un solo centimetro in più in larghezza. L’aumento del passo coincide chiaramente con un piccolo aumento dell’abitabilità interna.

Sulla nuova Toyota Rav4 parecchia attenzione è riservata alla tecnologia legata alla sicurezza per ridurre le possibilità di eventuali incidenti. Viene perciò reso disponibile il Toyota Safety Sense che integra sistemi anticollisione, rilevamento pedoni, cruise control con radar e mantenimento di carreggiata. Oltre alla lettura automatica dei segnali stradali.

All’interno troviamo invece un abitacolo decisamente più tradizionale rispetto all’impostazione esterna della vettura. Presenti le funzionalità Amazon Alexa, Apple CarPlay e Android Auto. Lo specchietto retrovisore interno è invece digitale e mostra le immagini che arrivano dalla telecamera posteriore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *