in ,

Alfa Romeo Stelvio GT Junior: versione speciale dedicata alla mitica GT Junior

Il Biscione guarda al passato e da vita alla serie speciale Alfa Romeo Stelvio GT Junior che si ispira all’Alfa Romeo GT 1300 degli Anni ’60

Alfa Romeo Stelvio GT Junior

Il Biscione guarda al passato e da vita all’iconica serie speciale Alfa Romeo Stelvio GT Junior che senza troppi giri di parole si ispira all’Alfa Romeo GT 1300 che rappresenta un’autentica icona degli Anni Sessanta, ricercatissima e fortemente apprezzata anche oggi. La serie limitata che ha come base l’Alfa Romeo Stelvio utilizza come punto di partenza l’allestimento Veloce che è anche fra i più dinamici della gamma dell’Alfa Romeo Stelvio: punto fondamentale nell’analisi delle caratteristiche è quello rivolto alla splendida colorazione Ocra Lipari che si ispira ad una delle colorazioni più iconiche del passato del Biscione.

La colorazione si ispira a quelle tonalità definite da Alfa Romeo come “Old Timers” che rappresentano un patrimonio fortemente distintivo del marchio e della sua tradizionale audacia nella scelta di colorazioni dalla forte personalità. All’interno si ha a disposizione un abitacolo dinamico con sedili in pelle regolabili elettricamente con distintivo ricamato che riporta la dicitura GT Junior sui poggiatesta dei due sedili anteriori, impunture specifiche e un elegante richiamo della silhouette della GT 1300 Junior sulla plancia.

Alfa Romeo Stelvio GT Junior

Con l’Alfa Romeo Stelvio GT Junior, il Biscione completa un trittico di versioni speciali caratterizzato dal clamoroso successo delle 500 Alfa Romeo Giulia GTA e GTAm vendute tutte nel giro di tre mesi, quindi l’Alfa Romeo Stelvio 6C Villa d’Este e ora la versione GT Junior dell’apprezzato D-SUV. Alfa Romeo conferma quindi la propria ineguagliabile capacità di creare vetture caratterizzate da scelte estetiche e funzionali che durano nel tempo e ispirano modelli unici.

Ispirazioni d’altri tempi per l’Alfa Romeo Stelvio GT Junior

Alfa Romeo Stelvio GT Junior

L’interessante serie speciale si ispira chiaramente ad un modello iconico per il Biscione. Parliamo dell’Alfa Romeo GT 1300 Junior che venne venduta in circa 100mila unità durante un decennio produttivo avviato nel 1966. La Giulia GT 1300 Junior derivava dalla Giulia Sprint GT protagonista della scena delle sportive di allora grazie anche alla sua linea curata da Bertone e all’iconico bialbero da 1300 da 89 cavali di potenza che permetteva di essere domata da un più ampio pubblico di appassionati.

Non a caso, il claim pubblicitario di Alfa Romeo in voga in quel periodo recitava: “Una vittoria al giorno, con una vettura per tutti i giorni”. La GT 1300 Junior rappresentò una splendida antesignana del bilanciamento tra bellezza e funzionalità tipico di Alfa Romeo, ambasciatrice di un “timeless design” dalle forme leggere ma possenti, pronte a scattare come quelle di un atleta.

Alfa Romeo Stelvio GT Junior

Ora la Stelvio GT Junior riporta in auge valori del tutto accostabili a quelli della GT 1300 Junior degli Anni Sessanta. La Stelvio in edizione speciale utilizza il 2.2 Turbo Diesel da 210 cavalli, ovvero un 4 cilindri con albero di trasmissione realizzato in carbonio e cambio automatico a 8 rapporti con trazione integrale.

L’esterno dell’Alfa Romeo Stelvio GT Junior, oltre che per l’audace Ocra Lipari, si caratterizza anche per i cerchi in lega leggera da 21 pollici con l’iconico disegno a cinque fori. Sono di serie le palette del cambio automatico in alluminio, solidali al piantone dello sterzo, e disponibili tutti i nuovi sistemi ADAS di Livello 2, i sensori di parcheggio anteriori, il wireless charger e il portellone posteriore ad azionamento automatico.
Completano le disponibilità offerte di serie i finestrini posteriori oscurati, il pack noise reduction, le calotte dei retrovisori dark miron e i fendinebbia a LED. Il listino dell’Alfa Romeo Stelvio GT Junior parte da 72.750 euro.