in ,

Alfa Romeo Tonale Quadrifoglio: si farà se i numeri lo richiederanno

Il telaio dell’Alfa Romeo Tonale potrebbe facilmente ospitare livelli di potenza nell’ordine dei 300 cavalli o superiori

Alfa Romeo Tonale Quadrifoglio

I modelli ad elevate prestazioni della prestigiosa linea Quadrifoglio di Alfa Romeo passeranno all’elettrico, è questo quanto è emerso ormai da tempo dalle parole del CEO del Biscione Jean-Philippe Imparato; c’è però la possibilità che l’iconico badge col Quadrifoglio Verde possa essere applicato anche sul nuovo C-SUV del Biscione, il primo veicolo ibrido della sua storia, ovvero la nuova Alfa Romeo Tonale.

La versione più potente della rivale Audi Q3 finora è la variante ibrida plug-in PHEV, che ha una potenza combinata di 275 cavalli. Ma Imparato ritiene che il telaio dell’Alfa Romeo Tonale potrebbe facilmente ospitare livelli di potenza nell’ordine dei “300 cavalli o anche di più”. E mentre una Alfa Romeo Tonale Quadrifoglio non è imminente, Imparato ha ammesso che in base a come andranno le vendite e quindi sulla base dell’entità della domanda che caratterizzerà il modello, il costruttore potrebbe convincersi di avviare una valida fase di sviluppo dedicata.

“Pensare ad una Tonale Quadrifoglio non rappresenta la vocazione ideale per il modello, almeno in questo momento”, ha ammesso Jean-Philippe Imparato. “Per questa vettura ho concentrato le nostre energie sulla transizione, quindi per il momento direi che Tonale è un ibrido plug-in con 275 cavalli e un’autonomia a emissioni zero fino a 80 chilometri. Se avremo una buona risposta da parte del pubblico e delle aspettative, allora lavorerò su altri possibili sviluppi, ma non è una priorità in questo momento. Darò energia allo sviluppo delle versioni Quadrifoglio probabilmente sugli altri lanci, a meno che non abbia tonnellate di clienti che chiedono qualcosa di speciale su Alfa Romeo Tonale. Se accadrà, vedremo”.

In casa Alfa Romeo non sarà messa da parte la denominazione Quadrifoglio

Imparato ha suggerito che la linea Quadrifoglio svolgerà un ruolo preponderante sulle future Alfa Romeo di fascia alta, ma poiché il costruttore passerà all’elettrico, dovrà farlo pur offrendo prestazioni autentiche. “Quadrifoglio rimarrà con noi – ha detto Imparato – e lo svilupperemo su ogni singolo prodotto, a patto di poter raggiungere il giusto livello di prestazioni. Quadrifoglio è il piccolo bambino che proteggi, perché non puoi permetterti di tradire il DNA. È una specie di ombrello sopra i modelli, ma con il più alto livello di prestazioni: intendo 0-100 km/h in due o tre secondi, meno di 20 minuti per una carica completa, il giusto livello di autonomia, maneggevolezza e così via. Sarà costoso, ma avrò tutto il potere di cui ho bisogno per alimentare questa proposta proveniente da Stellantis”.

Alfa Romeo Tonale Quadrifoglio

Per i veicoli elettrici puri, la più grande delle tre nuove architetture di Stellantis supporta motori elettrici che producono fino a 442 cavalli di potenza, consentendo di ospitare potenzialmente un modello a quattro ruote motrici con oltre 800 cavalli di potenza. E il gruppo ha promesso un tempo utile per passare da 0 a 100 km/h pari ad “appena due secondi”.

Imparato ha confermato che Alfa Romeo utilizzerà le versioni Medium e Large delle nuove piattaforme STLA di Stellantis, con quest’ultima scelta per veicoli di medie dimensioni per via delle opzioni di alimentazione e batteria che può offrire.