in

Audi A3 Allstreet 2023, tutti i dettagli: esterni, interni, tecnologia, prezzi, uscita

Riprendendo alcuni dettagli della A1, l’Audi A3 Allstreet 2023 invaderà le concessionarie con uno stile personalizzato.

Audi A3 Allstreet 2023

Stando alle voci di corridoio l’Audi dovrebbe tirare su il velo all’A3 Allstreet 2023 già nel mese di gennaio. Finora sono emerse giuste delle foto spia, che permettono comunque di farsi un’idea piuttosto accurata su cos’abbia in serbo la Casa automobilistica tedesca. Il genere dei suv e crossover attira una vasta platea di appassionati, richiamati dalla capacità di tali esemplari di coniugare due valori cruciali. Quali siano, beh, è tutto nella loro stesso definizione: le iniziali di sport e utility.

Per attirare un vasto bacino di pubblico la compagnia mira a mettere sul piatto in perfetta linea con le recenti tendenze. Da anni ormai gli esemplari a ruote alte convincono i guidatori e, dunque, anche la curiosità generata attorno all’Audi A3 Allstreet 2023 si profila elevata.

Il progetto è in via di sviluppo, ma probabilmente è solo questione di (poco) tempo prima di assistere a una presentazione ufficiale. Che sia già disponibile nel primo mese dell’anno è dura stabilirlo con assoluta certezza. Di sicuro, alcune caratteristiche sono trapelate, complici le immagini degli scorsi mesi. Che hanno fornito degli indizi pure piuttosto accurati circa le peculiarità del mezzo. Il nostro obiettivo in questo pezzo di approfondimento sarà proprio analizzare i tratti distintivi, prendendo in esame ogni elemento di rilievo.

Audi A3 Allstreet 2023: i dubbi sul nome

Audi A3 Allstreet 2023

Che la vettura destinata nei punti vendita sarà battezzata Audi A3 Allstreet 2023 lo sappiamo. Tuttavia, a lungo sono circolati rumors contrastanti a proposito delle intenzioni dei piani alti. Il nome più accreditato era quello di Allroad, salvo poi conferire dare una vigorosa sterzata.

Si riprende, perciò, il suffisso impiegato in precedenza dalla A1. Alla luce delle decisioni assunte nel corso del nuovo corso della compagnia i clienti riconosceranno una continuità di fondo. E quand’è così, di solito, la divisione marketing parte da una posizione favorevole. Difatti, sulla base della reputazione costruita avrà l’opportunità di suscitare un immediato interesse nel pubblico di riferimento.

Sulle orme della (ex) A1 Citycarver, la compatta di Ingolstadt poggerà presumibilmente sui tratti distintivi della sorellina. L’aspetto della sicurezza otterrà il giusto rilievo, sebbene appaia piuttosto improbabile l’impiego di elementi di notevole pregio.

Nella fattispecie, vige la convinzione stando alla quale per salvaguardare determinate componenti della carrozzeria, i progettisti opteranno in favore di elementi in plastica. Una soluzione piuttosto low cost, anche se poco sorprendente. Difatti, c’è una premessa da tenere in conto, vale a dire del prezzo. Rispetto a certe “consanguinee” di caratura premium, la soglia da mettere sul piatto per mettersela in garage sarà ben inferiore.

Audi A3 Allstreet 2023: esterni

Audi A3 Allstreet 2023

Il settore automotive ha un legame speciale con il circuito del Nurburgring. Ciò vale a maggior ragione in riferimento ai colossi della Germania. Non poteva, insomma, che essere avvistata sull’iconica pista l’Audi A3 Allstreet.

Le immagini qui condivise risalgono a novembre 2021. Lungo il tracciato i responsabili del veicolo ne hanno messo a dura prova i valori meccanici, senza svelare troppo dal punto di vista estetico. Ampie camuffature hanno, infatti, impedito ai curiosi di scavare troppo a fondo. La rivisitazione “cross” della A3 Sportback vede nell’assetto rialzato la peculiarità principale, il che è scontato. Rapportata alla carrozzeria standard, l’altezza da terra cresce di 35 mm. Da stabilire l’eventuale adozione di modifiche per i paraurti, anteriori e posteriori, nonché le immancabili barre portatutto.

L’attitudine è da auto in grado di destreggiarsi con mirabile maestria nel centro urbano e, di conseguenza, a confronto delle A4 e A6 Allroad, le linee saranno meno muscolose. Chi ha un buon occhio di osservatore scorgerà poi delle “calzature” specifiche. Per l’esattezza l’Audi A3 Allstreet 2023 farà leva su pneumatici di maggiori dimensioni con cerchi ad hoc. Inoltre, dall’A1 Citycarver mutua la griglia, dalla forma ottagonale anziché quella esagonale, prendendo nette distanze dalla tradizione. Con questa accortezza il veicolo sarà capace di affrontare pure i sentieri impervi.

La piattaforma sarà, ça va sans dire, di quarta generazione. Introdotta nel 2020, se manterrà un ciclo di vita analogo alle antesignane durerà circa sette-otto anni. La prima serie durò dal 1996 al 2003, la seconda dal 2003 al 2012, la terza dal 2012 al 2020. Dunque, almeno fino al 2027 la Casa dei Quattro Anelli dovrebbe confermare il medesimo pianale.

Permangono gli interrogativi a proposito delle sospensioni. I collaudi effettuati farebbero presagire degli interventi. D’altro canto, le immagini non forniscono risposte definitive. Una risposta precisa non potrà, insomma, che arriva dai portavoce ufficiali. Resta da conoscere la finestra di lancio, sin qui tenuta celata.

Interni e tecnologia

Purtroppo, mancano degli scatti ritraenti gli interni. Ergo, navighiamo abbastanza nel buio e siamo costretti a ragionare sulla base di speculazioni, da prendere in quanto tali. I ritocchi alla Sedan fungeranno presumibilmente da ispirazione e le tecnologie avranno una sana rispolverata.

In linea con le moderne scelte compiute dalla concorrenti e da lei stessi, l’Audi attribuirà alla A3 Allstreet 2023 un tachimetro digitale anziché analogo. In merito alla plancia, supponiamo vi saranno due bocchette d’aerazione, una nella zona superiore appena accanto al volante e l’altra in prossimità del cruscotto lato passeggero. La sezione centrale prevedrà, salvo sorprese, l’inserimento di un navigatore satellitare dalle dimensioni di 10,25 pollici. La funzione Audi Connect consentirà ai proprietari sia di dispositivi iOS sia Android di connettersi al sistema centrale.

Sbilanciarsi sul rivestimento dei sedili appare più complicato. Le strade percorribili sono essenzialmente un paio: imboccando la strada numero uno, il Costruttore sceglierà quelli in tessuto, da tipica entry-level; la seconda, invece, in richiamo alle sportive consisterebbe in un mix di pelle e Alcantara. Non è manco detto che venga presa una posizione netta: le proposte più accessibili faranno, magari, affidamento sulla alternativa meno cara, mentre le declinazioni di fascia medio-alta cercheranno di accontentare il pubblico esigente, compiendo un salto di qualità. La partita è aperta.

Meccanica

Audi A3 Allstreet 2023

Novità formidabili in termini di meccanica ci sentiremmo di escluderle. L’Audi A3 Allstreet 2023 difficilmente segnerà una netta svolta, piuttosto avrà un tuning dell’assetto affinato, a causa della evidenziata maggiore altezza da terra. Un ruolo importante lo ricoprirà la tecnologia integrale Quattro, già adesso disponibile in certe tipologie di A3.

Le motorizzazioni dovrebbero essere le medesime della A3 “canonica”. Le ricostruzioni parlano di un propulsore benzina 2.0 TFSi da 190 CV e uno diesel 2.0 TDI da 200 CV. In ambedue le circostanze la potenza sarà inviata a terra tramite la trasmissione automatica S-Tronic a 7 rapporti. I muletti ritratti in foto spia inducono a credere in un innesto rilevante: uno sportellino collocato nel lato anteriore tiene viva la speranza sull’aggiunta del 2.5 5 cilindri della RS3.

Prezzi

Riflettiamo, infine, sui prezzi. Dalla Germania sostengono che l’Audi A3 Allstreet 2023 comporterà una spesa aggiuntiva di circa 2 mila euro rispetto alla A3 Sportback. Ammesso e non concesso che l’ipotesi abbia fondamento, il listino nei confini italiani dovrebbe partire da 31-32 mila euro.

 

 

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!