in ,

Audi Q6 e-tron: ecco tutto quello che c’è da aspettarsi

Audi sta ampliando la sua gamma di modelli completamente elettrici: c’è attesa, quindi, per la nuova Audi Q6 e-tron

Audi Q6 e-tron

Audi sta ampliando la sua gamma di modelli completamente elettrici per portarla a quattro vetture già nel prossimo 2022. A cominciare dalla nuova Audi Q6 e-tron che si unirà alla più piccola Q4 e-tron, alla e-tron e alla interessante e-tron GT. Pronta per posizionarsi tra la Q4 e il nuovo SUV e-tron di maggiori dimensioni, quando arriverà il prossimo anno la nuova Audi Q6 e-tron sarà anche la prima vettura del costruttore tedesco basata sulla nuova architettura Premium Platform Electric (PPE) del Gruppo Volkswagen, che è stata sviluppata congiuntamente con Porsche.

Le recenti foto spia mostrano che il modello adatterà l’aspetto della più piccola Q4 e-tron, oltre a portare alcuni spunti dal concept Q6 e-tron Quattro del 2016. È anche visibile l’influenza della coupé a quattro porte, e-tron GT, con fari e griglia del della mascherina di forma simile oltre ad una familiare barra luminosa a LED a tutta larghezza sul portellone posteriore.

Di profilo presenta un cofano più lungo rispetto alla Q4 e-tron, ma condivide una linea di cintura piuttosto simile, una linea del tetto inclinata e uno spoiler a sormontare il portellone. Si prevede che la Q6 sarà paragonabile nelle dimensioni esterne all’attuale Audi dotato di propulsore tradizionale a combustione interna, sebbene con un passo più lungo e un maggiore spazio per i passeggeri consentito dall’adozione della nuova piattaforma. Potremmo anche vedere un modello Sportback dallo stile più sportivo entrare a far parte della gamma subito dopo.

Audi Q6 e-tron

All’interno, è probabile che l’Audi Q6 e-tron adotti il ​​nuovo touchscreen centrale da 11,6 pollici utilizzato già a bordo della Q4 e-tron, che è il display singolo più grande mai montato su un’Audi di serie. Tuttavia, il design potrebbe essere diverso a causa della piattaforma, e anche per separare entrambi i modelli in termini di prezzo e posizionamento. L’architettura DPI che si trova sotto l’Audi Q6 e-tron sarà condivisa con quella della Porsche Macan di prossima generazione che dovrebbe essere lanciata nel 2023 come veicolo elettrico completo accanto all’attuale Macan a benzina. Nonostante sia Q6 e-tron che la nuova Macan condividano hardware e software simili, saranno visivamente differenti sia all’interno che all’esterno.

La Audi Q6 e-tron adotta quindi una piattaforma condivisa con Porsche

La piattaforma PPE è un’evoluzione della piattaforma J1 che si trova già alla base della bella e-tron GT, così come al centro del progetto della Porsche Taycan. Ciò significa che avrà un’architettura elettrica da 800 Volt, che consentirà una ricarica CC super veloce a una velocità fino a 270 kW.

Audi Q6 e-tron

Audi afferma anche che la piattaforma consentirà al pacco batteria del veicolo elettrico di caricare dal 5% all’80% della capacità della batteria in circa 25 minuti. Una ricarica più breve, utilizzando il caricabatterie rapido DC più veloce possibile, che permetterà all’Audi Q6 e-tron di aggiungere 300 chilometri di autonomia in soli 10 minuti. Resta da vedere quali dimensioni e tipo di batteria Audi utilizzerà a bordo della Q6 e-tron, ma l’azienda afferma che la piattaforma DPI è in grado di coprire più di 700 chilometri di autonomia quando alimenta la più aerodinamica A6 e-tron Concept. La superficie leggermente più smussata del SUV intaccherà l’autonomia, ma dovrebbe essere possibile raggiungere una distanza superiore ai 600 chilometri.

Data la stretta relazione con l’e-tron GT al di sotto della carrozzeria della Q6, dovremmo anche vedere il trasferimento della trasmissione a quattro ruote motrici da 469 cavalli (o 523 cavalli, con overboost attivato) di quella stessa auto. Sono probabili anche varianti dotate di motore singolo più convenienti e di bassa potenza, mentre all’altra estremità della gamma la divisione RS di Audi potrebbe schierare un modello più incentrato sulle prestazioni: probabilmente in quel caso utilizzerà lo stesso propulsore da 636 cavalli della RS e-tron GT. L’Audi Q6 e-tron entrerà in produzione il prossimo anno presso lo stabilimento di Ingolstadt, lo stesso che il costruttore tedesco sta convertendo in una linea di assemblaggio completamente elettrica rimuovendo l’attrezzatura esistente che produce i modelli della famiglia A3 del marchio sostituendola con impianti di produzione utili ad ospitare la piattaforma DPI.

Audi Q6 e-tron

Ciò include anche lo sviluppo di un impianto di assemblaggio interno delle batterie nelle immediate vicinanze del luogo di assemblaggio delle auto. Il Gruppo Volkswagen (la casa madre di Audi) ha già concluso un set di accordi utili a garantire le materie prime e i processi di sviluppo necessari per i suoi pacchi batteria di prossima generazione fino al 2030. Dopo l’arrivo della Q6 e-tron, Audi ha confermato che il suo primo modello della serie Artemis verrà lanciato nel 2024. L’auto sarà destinata al settore del lusso, guidando lo sviluppo di Audi della futura architettura, tecnologia e sistemi operativi dei veicoli alimentati elettricamente. Audi ha anche mostrato il concept Grand Sphere al Motor Show di Monaco del 2021. Quell’auto ha effettivamente presentato in anteprima il design e la tecnologia della prossima generazione di berlina di lusso A8.