in

BMW M2: il nuovo modello non sarà prodotto in Germania

La prossima M2 sarà prodotta in Messico

BMW M2

La nuova BMW M2, che sarà svelata entro la fine del 2022, si preannuncia come un’auto sportiva estremamente sorprendente. Abbiamo visto di cosa è capace la M2 G87 in pista, ma, a giudicare da quanto sia talentuosa la coupé della Serie 2, ci aspetta un’auto sensazionale. La casa automobilistica tedesca ha annunciato che il modello sarà costruito presso la BMW di San Luis Potosi in Messico.

L’imminente M2 è il terzo veicolo ad essere prodotto nello stabilimento, unendosi alla Serie 2 Coupé e alla Serie 3 berlina. La struttura è cresciuta sempre più, registrando un aumento della produzione di quasi il 25% nel 2021. Un’ulteriore crescita è prevista entro la fine dell’anno. Verranno aggiunti altri 800 addetti allo stabilimento e un secondo turno di produzione per soddisfare la domanda. Questo è un grosso problema per l’impianto, poiché San Luis Potosi produrrà esclusivamente la seconda generazione M2 per l’intero mercato globale.

Cosa ha portato alla delocalizzazione della produzione della BMW M2?

L’elevata capacità del talento umano a San Luis Potosi è ancora una volta dimostrata e il nostro impegno per la crescita e lo sviluppo dello stato è rinnovato“, ha affermato Harald Gottsche, Presidente e CEO della struttura.

La vivace produttività dello stabilimento messicano è notevole visto che è l’ultima aggiunta alla rete di produzione di BMW. Affidare al nuovo stabilimento la costruzione di qualcosa di importante come la nuova M2 la dice lunga. Dopotutto, qualsiasi auto del ramo M è l’epitome dell’ingegneria di precisione tedesca. Il prodotto finito dovrebbe essere della massima qualità.

Finora, non siamo stati in grado di intravedere l’M2 senza il camuffamento, ma ciò che possiamo vedere sembra promettente bene finora. La plancia posteriore appare invariata a parte il body kit più massiccio e i terminali di scarico più sportivi. È nella parte anteriore dove possiamo vedere una direzione stilistica leggermente diversa. I fari sembrano più sottili rispetto agli articoli visti sulla normale Serie 2, molto probabilmente per conferire alla M2 un aspetto più distintivo.

La BMW rimane a bocca cucita sull’argomento, ma le voci suggeriscono che l’imminente auto M produrrà più di 450 cavalli, grazie al motore sei cilindri in linea da 3,0 litri che si trova nei modelli M3 e M4 più grandi. Ci aspettiamo che l’M2 arrivi prima della fine dell’anno in concomitanza con il 50° anniversario della divisione prestazioni. Speriamo solo che l’azienda festeggi nella tipica moda BMW M e introduca una variante con cambio manuale.