in ,

BMW M6 CSL: il prototipo segreto che non ha mai visto la luce [VIDEO]

Sviluppi speciali e segreti che sono stati visti occasionalmente, senza materializzarsi come nel caso di questo prototipo della BMW M6 CSL

BMW M6 CSL

Il 50° anniversario della divisione M di casa BMW sta svelando non solo nuovi modelli, ma piuttosto il costruttore tedesco sta tirando fuori dal cassetto dei ricordi prototipi che non hanno mai visto la luce della produzione definitiva. Sviluppi speciali e segreti che sono stati visti occasionalmente, ma non sono finiti per materializzarsi come nel caso di questo prototipo senza precedenti della BMW M6 CSL.

A volte le case costruttrici sorprendono con dei muletti di prova condotti lungo i nastri di asfalto dei tracciati più noti, presso strutture private o su strade pubbliche con camuffature o completamente scoperti con i quali effettuano prove molto specifiche, alcune che fungono da anticipazione di un futuro modello o destinate a rimanere per sempre nell’oblio scomparendo dalla faccia della terra. Il 50° anniversario di BMW M sta salvando alcuni dei prototipi più segreti che la divisione sportiva di BMW custodisce nelle sue officine.

Strutture a cui pochi hanno accesso, ma che per molti sono un sogno. I tecnici del costruttore bavarese hanno mostrato un interessante prototipo che conservano ancora oggi; si tratta di una presunta BMW M6 CSL, nello specifico della generazione che segnò il ritorno di questa leggendaria vettura sportiva, quella della serie “E63” lanciata sul mercato nel 2005. Come possiamo vedere, l’anteriore appare normalissimo, molto discreto, ma molto più aggressivo rispetto alla versione sportiva al posteriore.

Lo spoiler posteriore attivo sul cofano del bagagliaio posteriore era un dettaglio specifico di questa BMW M6 CSL e davvero senza precedenti, poiché nessun altro modello di BMW M è dotato di un tale spoiler.

BMW M6 CSL

La BMW M6 CSL non ha mai visto l’avvio della produzione in serie

Il costruttore tedesco non ha mai lanciato sul mercato questo modello molto performante, riconoscendo di avere solo questo prototipo dotato peraltro di interni rivestiti in pelle e Alcantara, con un peculiare tunnel di trasmissione. La M6 è stata la scommessa più selvaggia della BMW nella sua categoria.

La realtà che sta dietro è una significativa riduzione di peso di ben 100 chilogrammi che sommata al migliorato motore V10 che all’epoca montavano i modelli più sportivi della sua categoria, doveva offrire prestazioni davvero superbe. Molto più dei 507 cavalli offerti dalle M5 e M6 dell’epoca. E diciamo che dovrebbero, perché il marchio ha nascosto questo dettaglio del
prototipo BMW M6 CSL e non lo ha rivelato.

Ma quello di cui siamo pienamente sicuri è che aveva tutti gli argomenti necessari per essere una vera bestia da pista. I motivi per cui BMW non ha deciso di condurre la M6 CSL verso la via della produzione in serie non sono noti, ma sicuramente hanno molto a che fare con il notevole costo aggiuntivo investito per un’edizione limitata oltre che col brutale esborso che il cliente avrebbe dovuto sostenere per questa particolare versione. Il prossimo anno avrà un erede che vedrà la luce della produzione: si tratta della prossima BMW M8 CSL.