in ,

BMW non produrrà direttamente batterie le elettriche del futuro

L’azienda bavarese non seguirà l’esempio di Mercedes e Volkswagen

BMW i4

BMW sceglie una linea differente rispetto alle principali concorrenti del settore premium come Mercedes e Volkswagen (con i brand Audi e Porsche). La casa bavarese, infatti, non produrrà batterie nelle sue fabbriche e, per il prossimo futuro, continuerà ad affidarsi a fornitori esterni per l’approvvigionamento delle batterie per le sue auto elettriche e ibride.

La scelta è stata comunicata ufficialmente da Nicolas Peter, Member of the Board of Management di BMW AG, Finance, con una dichiarazione rilasciata all’agenzia di stampa Reuters. Secondo la casa bavarese, infatti, è ancora presto per dire quale sarà la tecnologia che caratterizzerà il settore automotive per i prossimi 10-15 anni. Le celle delle batterie sono in costante evoluzione e solo nel prossimo futuro diventerà chiaro quale diventerà la soluzione tecnologia di riferimento per il prossimo futuro.

BMW M5

BMW sceglie i fornitori esterne per le batterie delle elettriche

Attualmente, BMW ha diversi contratti di fornitura attivi per quanto riguarda le batterie. Tra i partner dell’azienda ci sono Samsung, CATL e Northvolt. Anche per i prossimi anni, BMW continuerà ad investire nei suoi partner per sostenere la produzione delle batterie all’esterno della sua rete industriale.

Quando il mondo dell’auto si sarà stabilizzato e la transizione verso l’elettrico sarà stata completata, BMW potrebbe cambiare le carte in tavola e realizzare parte delle batterie dei propri veicoli all’interno dei suoi impianti. Per il momento, l’azienda non seguirà le scelte delle dirette concorrenti. Ricordiamo, infatti, che sia Daimler che Volkswagen hanno già investito in partecipazioni dirette nei produttori di celle per batterie per assicurarsi una fornitura diretta nel prossimo futuro.

Al momento, BMW può contare su di una rete di forniture solida, sia per le batterie che per i semiconduttori. L’azienda ha chiuso un 2021 da record con vendite in netta crescita e con un inaspettato sorpasso ai danni di Mercedes che ha permesso al brand bavarese di diventare il nuovo riferimento del mercato premium a livello mondiale. Staremo a vedere, in futuro, quali saranno le strategie di BMW per sostenere la sua crescita.