in

Citroen: gamma tutta elettrificata entro il 2035

Entro il 2035 Citroen avrà una gamma completamente elettrificata, come annunciato dallo stesso produttore francese.

Citroen logo

Per ogni marchio attivo nel comparto della produzione automobilistica l’elettrificazione della gamma è un obiettivo chiave. Aperta nel 2019 con lo sbarco nelle concessionarie della C5 Aircross plug-in, l’offensiva Citroen ha proseguito durante i due anni successivi attraverso una serie di modelli ibridi ed EV, sia per il trasporto passeggeri che per i veicoli commerciali. L’obiettivo è di elettrificare l’intera gamma entro il 2025.

Citroen: 10 proposte a basse o zero emissioni

Citroen logo

Mentre scriviamo, il brand transalpino, rientrante nel gruppo Stellantis, contempla 10 proposte a basse o zero emissioni. Al di là della già menzionata C5 Aircross plug-in, figura la Ami, guidabile pure dai 14enni in possesso di patentino AM, fino alle new entry più recenti quali e-Berlingo, e-C4 ed e-Spacetourer. In apertura del 2022 toccherà poi alla C5 X.

Il portafoglio dei prodotti destinato ai professionista è già elettrificato: dall’e-Berlingo Van all’e-Jumper, fino all’e-Jumpy e all’allestimento Cargo della Ami. Il brand manager di Citroen Italia, Marco Antonini, sottolinea la parola data in passato, sull’elettrificazione del parco veicoli del commerciali e l’hanno rispettata.

Sin dalla sua costituzione, risalente a oltre un secolo fa, il Double Chevron ha conquistato i favori della platea anche per l’elevato comfort garantito. Un principio, un valore fondante mantenuto e riadattato secondo le attuali tecnologie. Come spiega il marketing manager della divisione italiana della compagnia, Alessandro Musumeci, il comfort è connaturato nel DNA. Ora, per offrirlo alla massima potenza, puntano zero emissioni, zero vibrazioni, zero rumore, zero cambi marcia e zero odori.

I target intermedi

Auto elettrica

Gli sforzi attengono pure alle strutture di ricarica. Propongono la colonnina da installare comodamente a casa, con il servizio compreso nel pacchetto di servizi. Relativamente ai sistemi pubblici hanno una partnership con Free to Move e-Solution, mediante cui un cliente può tracciare il suo percorso, avendo favorevoli condizioni commerciali.

Ovviamente, la strategia entrerà sempre più nelle fasi cruciali con l’avanzare del tempo. I dirigenti parlano di un listino 100 per cento a trazione elettrica da qui a quattro anno, con una vendita di almeno il 30% del totale entro il 2025 e superiore al 70% nel 2030.

Nessuna chiusura nemmeno circa un’eventuale C3 elettrica. Comunque, il discorso non si esaurisce qui, bensì prende in considerazione pure l’idrogeno. Nella fattispecie, hanno preso il via i test dell’e-Jumpy Hydrogen, con un’autonomia di 400 km ed il pieno in appena 3 minuti. Peccato che gli impianti di rifornimento scarseggiano. Stando a Musumeci, le infrastrutture dovranno seguire un po’ come sta succedendo con l’elettrificazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.