in

Daimler approva investimenti per miliardi

Daimler: approvato il piano industriale di Mercedes-Benz per gli anni dal 2022 al 2026

Daimler
Daimler

Il consiglio di sorveglianza di Daimler ha approvato il piano industriale di Mercedes-Benz per gli anni dal 2022 al 2026 e ha quindi confermato la pianificazione strategica, come la trasformazione della sua gamma di auto in modelli completamente elettrici. Dalla scissione di Daimler Truck AG il 1° dicembre la società tedesca è composta solo dalle divisioni Mercedes-Benz Cars e Mercedes-Benz Vans. Daimler ha affermato che ora si concentrerà “coerentemente” sulle opportunità di crescita e redditività nel settore delle autovetture e dei furgoni, puntando alla “leadership nei motori elettrici e nel software per veicoli”.

Daimler approva il nuovo piano industriale

Negli anni dal 2022 al 2026, Mercedes vuole investire più di 60 miliardi di euro per la “trasformazione in un futuro senza emissioni e guidato dal software”, questo piano è stato ora confermato dal consiglio di sorveglianza. La quota di spesa in ricerca e sviluppo aumenterà leggermente, mentre Daimler continuerà a ridurre gli investimenti in immobili, impianti e macchinari.

Tuttavia, anche la spesa in ricerca e sviluppo è soggetta a rigide linee guida: gli investimenti totali dovrebbero diminuire del 20% entro il 2025 rispetto al 2019 e dovranno essere ulteriormente ridotti di un importo non ancora comunicato oltre. All’interno del budget di investimento in calo, tuttavia, le priorità si stanno spostando.

Daimler
Il consiglio di sorveglianza di Daimler ha approvato il piano industriale di Mercedes-Benz per gli anni dal 2022 al 2026

Per raggiungere l’obiettivo di risparmio sugli investimenti, “la chiave di tutto ciò risiede nella rigorosa priorità degli investimenti futuri, in primo luogo l’attenzione all’elettromobilità”, informa il gruppo. Ci si aspetta che altri due fattori contribuiscano a questo: in primo luogo, la società afferma di aspettarsi che “piattaforme di batterie standardizzate e architetture di veicoli scalabili, insieme ai progressi nella tecnologia delle batterie, contribuiranno a ridurre i costi variabili dei veicoli elettrici a batteria”. Inoltre, la quota dei costi della batteria nel veicolo “si prevede che diminuirà in modo significativo in questo decennio”.

Ti potrebbe interessare: Daimler Stahlradwagen: la prima carrozza motorizzata trasformata in autovettura