in

Dr1 : auto italiana che spodesterà le altre city car?

La Dr1 è l’auto prodotta dalla casa molisana che prima di decidersi a realizzare la city car (è di questo che si tratta) aveva proposto un Suv compatto, Dr5, presentandolo nei centri commerciali del gruppo Finiper,  ma adesso ha intenzione di lanciarsi nel mercato delle “piccole” per farsi conoscere meglio e per accaparrarsi la simpatia di un’ utenza più vasta. Ce la farà?

La Dr1 è un’auto due volumi a cinque porte di 3,56 metri e con un passo di 2,33 metri che permette sulle strade di città una discreta destrezza, il guidatore riuscirà infatti a muoversi abilmente tra i meandri della città. La vettura adotta un motore 1.3 16V con iniezione multipoint da 83 CV che può essere anche alimentato a Gpl e metano.

La produzione avviene in Cina, ad opera della Chery, luogo dal quale si sposta per arrivare agli stabilimenti della Dr Motor di Isernia, dove viene effettuata la parte finale della sua realizzazione: assemblaggio finale, rifiniture, controlli e impianto a gas.

La Dr1 viene venduta accessoriata, dotata di sensori di parcheggio e altri piccoli confort che solo l’allestimento full optional consente di avere. L’auto è dotata inoltre di impianto di climatizzazione e lettore mp3 con ingresso per la penna Usb.

Il prezzo di vendita è di 8.330 euro per la versione a benzina, di 10.330 per quella bi-fuel Gpl e mille euro in più per quella a metano.

L’auto prende il nome dalle iniziali del cognome del costruttore, il dottor Di Risio.

Qurst’auto riuscirà a farsi strada tra i consumatori? Quel che frena molti all’acquisto è la vita giovane della casa di produzione e il timore di non trovare facilmente pezzi di ricambio. Voi che ne pensate? Quale è la vostra esperienza?

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!