in

Enel X Way ed E-GAP portano la ricarica in alcune mete turistiche in Italia

I van elettrici di E-GAP offronto una ricarica fast on-demand di oltre 50 kW

Enel X Way E-GAP ricarica on-demand

Acquistare un’auto elettrica e programmare un viaggio diventa ancora più facile grazie a Enel X Way ed E-GAP. All’Argentario (Toscana) e a Santa Margherita Ligure, ad agosto, sarà possibile usufruire di un servizio innovativo grazie alla collaborazione fra Enel X Way ed E-GAP.

Tutti i possessori di un EV, oltre alla rete di infrastrutture di ricarica di Enel X Way, potranno prenotare la ricarica fast on-demand attraverso l’app JuicePass e un van di E-GAP raggiungerà il veicolo anche in assenza del proprietario.

Enel X Way: all’Argentario e a Santa Margherita Ligure arriva la ricarica on-demand di E-GAP

Riccardo Amoroso, responsabile Marketing and Sales di Enel X Way, ha detto che il brand è felice di rinnovare la partnership con E-GAP arricchendo l’esperienza di ricarica dei suoi clienti che potranno rifornirsi non solo attraverso il network di punti di ricarica presenti su tutto il territorio nazionale, ma anche con un’opzione aggiuntiva on-demand.

Da oggi all’Argentario e a Santa Margherita Ligure, i clienti di Enel X Way avranno la possibilità di prenotare i van di E-GAP direttamente da JuicePass e ricevere una ricarica fast in pochi minuti nel luogo in cui si trova l’auto elettrica. Si tratta di un servizio unico nel suo genere che facilita la diffusione della mobilità elettrica in aree dove la presenza turistica aumenta il parco circolante di veicoli elettrici.

Luca Fontanelli, general manager Europa e CEO Italia di E-GAP, si è detto entusiasta del consolidamento di sinergie con Enel X Way, a conferma che il mix tra i modelli di ricarica rappresenti la strada da percorrere per accelerare il passaggio al full electric, consentendo ai consumatori di scegliere una vettura elettrica consapevoli che potranno essere ricaricate ovunque e velocemente.

La cooperazione tra gli operatori e la creazione di una rete capillare di servizi sul territorio europeo sono i requisiti per promuovere i veicoli elettrici, superando le barriere strutturali che possono ostacolare il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea.

Oggi sono oltre 16.000 i punti di ricarica che Enel X Way ha realizzato in Italia. Si tratta della più grande rete di infrastruttura a livello nazionale a disposizione di chi guida un modello a zero emissioni.

Alle stazioni di ricarica di proprietà di Enel X Way si aggiungono altri 13.000 punti disponibili attraverso gli accordi di interoperabilità. La potenza di ricarica del van E-GAP è pari ad una colonnina di tipo fast, attualmente superiore a 50 kW e presto arriverà a 100 kW.

E-GAP sta ampliando la sua presenza in Europa. Francia, Spagna e Germania sono già presidiate, con un ampliamento della propria flotta dei mezzi adibiti al servizio di ricarica elettrica on-demand che raggiungerà 100 nuovi van elettrici entro l’anno, con l’obiettivo di raggiungere i 500 entro il 2024.

Sono circa 350.000 i punti di ricarica proposti da Enel X Way

Ricordiamo che Enel X Way è la nuova business line globale del Gruppo Enel dedicata alla mobilità elettrica. Attualmente, sono circa 350.000 i punti di ricarica che l’azienda gestisce direttamente e attraverso gli accordi di interoperabilità sviluppati in tutto il mondo.

L’azienda si propone come una piattaforma globale per l’e-mobility, focalizzata sullo sviluppo di tecnologie e soluzioni flessibili per la ricarica al fine di migliorare la customer experience, supportando l’elettrificazione dei trasporti per consumatori, aziende, città e pubbliche amministrazioni.

E-GAP è il primo servizio di ricarica rapida urbana, mobile e on-demand. Tramite l’omonima app per smartphone, la società consente di ricevere una ricarica fast a domicilio ed eseguita tramite e-van a zero emissioni.

Attivo a Milano, Roma, Bologna e Torino, e presente a Parigi e Madrid, sarà presto disponibile anche in Germania. E-GAP è stata fondata da Eugenio de Blasio, presidente e azionista di riferimento, tra i pionieri del settore della Green Economy, già amministratore delegato e top manager di gruppi quotati al Nasdaq e dal global CEO Daniele Camponeschi, Chief Investment Officer in primari gruppi finanziari. L’azienda si avvale inoltre di top manager con un’importante esperienza multidisciplinare a livello internazionale come Luca Fontanelli, general manager Europe e CEO della divisione italiana.