in ,

Ferrari, 15 nuovi modelli entro il 2026: ecco il piano strategico

Ferrari Purosangue

Ferrari ha presentato il suo nuovo, ambizioso, piano strategico. Una tabella di marcia da mettere in pratica entro il 2026 che prevede il lancio di un totale di 15 nuovi modelli. Inoltre, il leggendario costruttore italiano del Cavallino Rampante ha proposto che, per tale anno, il 60% della propria gamma sia composto da auto ibride e/o completamente elettriche.

Ferrari ha quindi rilasciato tutte le chiavi della sua nuova e decisiva roadmap mediante la presentazione e introduzione del suo nuovo piano strategico. Un piano che punta direttamente al 2026 e che sarà fondamentale nel processo di trasformazione che il costruttore metterà in pratica, ciò perché Ferrari non è estranea a tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nell’industria automobilistica. L’elettrificazione sta guadagnando infatti terreno a un ritmo particolarmente veloce.

Il piano strategico presentato dalla Ferrari prevede il lancio di un gran numero di nuovi modelli, accelerando il processo di elettrificazione ed è stato addirittura ratificato in quale anno verrà presentata la prima vettura elettrica dell’azienda. Si avvicinano tempi che segneranno il futuro più immediato del costruttore di Maranello. Entriamo nel dettaglio e rivediamo tutte le chiavi della roadmap annunciata.

La nuova gamma Ferrari entro il prossimo 2026

Ferrari ha sottolineato di avere al momento la linea di prodotti più ampia di tutta la sua storia. Tuttavia, il costruttore non si fermerà qui e porterà a termine una grande offensiva. Il marchio ha confermato il lancio di 15 nuovi modelli tra gli anni compresi fra il 2023 e il 2026. Ogni singolo prodotto sarà progettato per creare un posizionamento unico e raggiungere una base di clienti specifica. Con la premessa di mantenere unicità ed esclusività, l’offerta di prodotti più esclusiva tra il 2022 e il 2026 sarà strutturata come segue:

  • Icona eSupercar: saranno limitati a molto meno del 5% del volume totale delle vendite dell’azienda;
  • Serie Speciale: rappresenteranno circa il 10% dei volumi totali di Ferrari.

Il costruttore ha anche confermato che questo livello di esclusività si applicherà anche al suo primo SUV. La nuova Ferrari Purosangue, ovvero il primissimo SUV del Cavallino Rampante con motore V12 che sarà presentato durante il prossimo mese di settembre 2022. L’azienda prevede che questo modello da solo rappresenterà circa il 20% delle vendite durante tutto il suo ciclo di vita. Inoltre è stato evidenziato il lancio di una nuova supercar nell’arco del piano strategico appena presentato.

Ferrari Purosangue

Il costruttore scommetterà su ibride ed elettriche

È giunto il momento per la Ferrari di alzare la posta sull’elettrificazione. I modelli con tecnologia ibrida plug-in (PHEV) sono già disponibili nell’attuale gamma del costruttore. Tuttavia, il futuro verso il quale si sta dirigendo il settore automobilistico è guidato dall’auto elettrica. La Ferrari ha confermato che continuerà a progettare, sviluppare e costruire a mano i suoi propulsori presso l’iconica sede di Maranello.

Entro il 2026 il 60% della gamma di casa Ferrari dovrà essere composta da vetture ibride e/o 100% elettriche. Un altro degli obiettivi prefissati ci porta all’anno 2030. Sarà allora quando l’80% dell’offerta di prodotti del marchio corrisponderà a veicoli elettrificati. Tuttavia, il costruttore continuerà a scommettere sui motori termici.

La prima Ferrari completamente elettrica sarà presentata invece nel 2025. Uno degli elementi di differenziazione dell’impianto elettrico Ferrari sarà il modo in cui le celle della batteria verranno assemblate a Maranello. I moduli batteria realizzati a mano saranno integrati nel telaio in un processo incentrato sulla riduzione del peso, sull’aumento della potenza e sulla creazione di un’esperienza di guida unica.