Ferrari e Lamborghini dovranno produrre auto elettriche entro il 2030 se vogliono sopravvivere

Le proposte della Commissione europea secondo cui i produttori possono vendere solo auto nuove con zero emissioni di CO₂ entro il 2030 influenzeranno anche i produttori di supercar. Nel 2030 vedremo solo Ferrari e Lamborghini elettriche in Europa. Attualmente, questi produttori dispongono di una deroga, che consente loro di saltare la famosa media di 95 g/km di emissioni di CO₂. Nelle nuove proposte della Commissione Europea ci sarà ancora una deroga, ma solo per i costruttori che producono meno di 1.000 auto all’anno.

Peter Campbell del Financial Times è stato uno dei primi a fare eco a questa possibile modifica della normativa. Allo stato attuale, “un costruttore di piccoli volumi, cioè che produce 10.000 auto di nuova immatricolazione all’anno, può proporre un proprio target di eccezione, in base ai criteri previsti dal Regolamento”. Devi impegnarti a ridurre le emissioni, ma non devi fare una media di 95 g/km.

Marchi come Pagani, Bugatti, Koenigsegg, Caterham, Lotus, Morgan, Aston Martin (5.862 unità nel 2019) o Lamborghini (8.205 vetture nel 2020) rientrerebbero in questa categoria. Marchi come Ferrari o Porsche producono regolarmente più di 10.000 auto all’anno. È vero che la Ferrari ha venduto 9.119 auto nel 2020, ma negli ultimi anni l’intenzione del marchio è stata quella di vendere più di 10.000 unità. E così è stato nel 2019 con 10.131 auto vendute.

Ferrari e Porsche, intanto, rientrerebbero nella categoria delle case automobilistiche di nicchia: producono tra le 10.000 e le 300.000 auto all’anno. Possono richiedere un’eccezione fino al 2030 ( inizialmente era fino al 2028 , ma la Commissione Europea ora la concede fino al 2030).

Tra il 2020 e il 2024, devono ridurre le loro emissioni medie del 45% rispetto al 2007. Negli anni dal 2025 al 2028, l’obiettivo sarà inferiore del 15% rispetto all’obiettivo di eccezione del 2021. Cioè, devono ridurre significativamente le sue emissioni, quindi Ferrari e Porsche hanno già lanciato ibridi e ibridi plug-in, nonché auto elettriche nel caso di Porsche.

Ti potrebbe interessare: Ferrari 296 Spider: si avvicina il suo debutto

Andrea Senatore

Laureato in Giurisprudenza, appassionato di motori, esperto di tutto quello che riguarda Alfa Romeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.