in

Ferrari: obiettivo podio in ogni gara

Mattia Binotto ritiene che la Ferrari dovrebbe sempre provare a raggiungere il podio nelle restanti gare di quest’anno

Charles Leclerc - Ferrari
Charles Leclerc - Ferrari

Non ancora in grado di sfidare regolarmente i primi due, Mattia Binotto ritiene che la Ferrari dovrebbe sempre provare a raggiungere il podio nelle restanti gare di quest’anno. Dopo aver debuttato con il suo sistema ibrido aggiornato al Gran Premio di Russia, la Ferrari ha messo entrambi i piloti sulla nuova unità di potenza al Gran Premio di Turchia.

È stata una gara in cui Charles Leclerc ha concluso al quarto posto con il suo compagno di squadra Carlos Sainz che ha recuperato da P19 a P8. Leclerc ha anche guidato per breve tempo il Gran Premio, ma alla fine ha dovuto ritirarsi per le gomme intermedie fresche, Binotto ha detto all’epoca che era “amareggiato” per aver perso la vittoria. Il risultato ha significato che la serie senza vittorie della Ferrari è più lunga di due anni, l’ultimo P1 della Scuderia arriva al Gran Premio di Singapore 2019.

Ma mentre le vittorie potrebbero non arrivare nelle ultime sei gare di questa stagione, Binotto ritiene che la Ferrari dovrebbe almeno puntare al podio. Alla domanda di Sky Italia se il loro aggiornamento del motore significasse che avrebbero potuto correre contro Mercedes e Red Bull, il capo squadra ha detto: “Penso che dobbiamo essere anche realisti. Ci siamo avvicinati ai migliori, ma rimangono ancora lassù e penso che rimangano inattaccabili. “Ma questa nuova power unit ci permette di posizionarci proprio dietro di loro e questo è importante perché significa davanti a tutti gli altri.

“Penso che possiamo vedere il podio e cercare di ottenerlo ogni gara. “Sono punti importanti. Abbiamo guadagnato dieci punti contro la McLaren in Turchia, se da qui alla fine riusciremo a consolidare questo tipo di risultato, è molto buono”. Il doppio bottino di domenica ha portato la Ferrari a 7,5 punti dalla McLaren nella battaglia per il meglio del resto nel Campionato Costruttori.

Ti potrebbe interessare: Leclerc: la Ferrari ha ancora una strada molto lunga prima di tornare a vincere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *