in

Ferrari spera di fare meglio della McLaren in Messico

Mattia Binotto è fiducioso che la Ferrari in Messico si adatterà meglio rispetto alla MCL35M della McLaren

Ferrari F1
Ferrari F1

Il capotecnico della Ferrari Mattia Binotto è fiducioso che il Messico si adatterà meglio alla sua SF21 rispetto alla MCL35M della McLaren. Lo svizzero sostiene che questo fine settimana dovrà affrontare molto carico aerodinamico e sottolinea che la loro grande prestazione ad Austin è un chiaro esempio dei progressi fatti quest’anno.

Ferrari e McLaren arrivano in Messico con una differenza di quattro punti a favore degli inglesi, ma negli ultimi tre round gli italiani hanno aggiunto più dei loro rivali. Inoltre, Binotto è ottimista per il Messico e ritiene che sia una pista in cui possono fare meglio di Woking, poiché dovranno correre con molto carico aerodinamico.

“In Messico andiamo con il massimo carico aerodinamico, in quanto è un circuito in cui la potenza è meno importante. Sebbene ci sia ancora una differenza di potenza con Mercedes, penso che il Messico possa avvantaggiarci di più rispetto a quanto già visto ad Austin”, Lo ha spiegato Binotto con le parole pubblicate dal portale web americano Motorsport.com.

Binotto applaude invece la grande prestazione della SF21 ad Austin, pista che a priori era più favorevole alla McLaren. Charles Leclerc è stato il migliore nella zona centrale e anche Carlos Sainz ha aggiunto più punti di uno dei suoi diretti rivali. Il miglioramento del motore è stata una delle chiavi della loro crescita e arrivano più fiduciosi in questa parte finale del 2021.

“In generale, la McLaren è stata molto competitiva nelle curve a media e alta velocità ed è stato così ad Austin. Intendiamoci, se guardi alla prestazione complessiva del weekend, eravamo davanti a lui, soprattutto in qualifica. Charles era anche media. secondo più veloce di Ricciardo e ha concluso la gara con un vantaggio di 25 secondi “, aggiunge.

“Nel complesso penso che siamo stati chiaramente più veloci su un circuito che a prima vista non ha favorito la nostra macchina. Quindi sono molto contento dei progressi che abbiamo fatto nelle ultime gare e anche la power unit ha aiutato per la gara, qualifiche e gara. La nostra fiducia è aumentata per questa tappa finale dell’anno”, ha espresso Binotto per concludere.

Ti potrebbe interessare: Ferrari e McLaren non si preoccupano del “trucco” Mercedes

Lascia un commento