Ford insiste sulla guida autonoma, le prime vetture nel 2021

Ford insiste sulla guida autonoma e proprio in questi giorni ha indirizzato una lettera al Dipartimento dei Trasporti americano, un modo per affermare il proprio interesse verso questa tipologia di guida e per confermare un legame di possibile collaborazione col ministero americano. Ciò per iniziare a proporre nel breve termine veicoli a guida autonoma che rispettino alti standard di sicurezza.

Decisamente di grande interesse è un allegato inviato al Dipartimento, si tratta di un lungo rapporto di 44 pagine denominato “A Matter of Trust”, tradotto in “Una questione di fiducia” che mette in luce l’intero percorso di Ford nella genesi di vetture a guida autonoma con la caratteristica principale da ricercare nella più assoluta sicurezza di esercizio.

Con questo documento Ford ha anche espresso la volontà di iniziare a commercializzare i primi veicoli a guida autonoma già a partire dal 2021, puntualizzando però la possibilità di utilizzo. Questa tipologia di vetture non sarebbe destinata, almeno inizialmente, al consumatore “normale” ma la commercializzazione verrebbe praticata in flotta per utilizzo in car sharing o nelle consegne a domicilio ad esempio.

Il titolo del rapporto pone l’attenzione sulla fiducia, la stessa fiducia che Ford vorrebbe creare con i consumatori che in questo modo riusciranno ad accettare questa tipologia di nuovi veicoli. Proprio per questo ha già iniziato a raccogliere feedback durante i test, grazie a partner come la catena di pizzerie Domino’s e Argo AI specializzata in intelligenza artificiale. In questo modo sarà più semplice migliorare la qualità del servizio offerto e aumentare la sicurezza dell’intero ecosistema autonomo.

Sempre in accordo con l’insistenza sulla sicurezza, Ford insiste all’interno del suo rapporto indicando tutti i dettagli di tutti i sistemi di sicurezza di cui le sue vetture autonome sono dotate. Ogni Ford utilizzata per i test utilizza ad esempio due persone altamente formate a bordo della vettura stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.