Ford Mustang: 10 milioni di unità prodotte!

Proprio in questi giorni la Ford ha costruito, nello stabilimento di Flat Rock, l’esemplare numero 10 milioni della Ford Mustang dopo 54 lunghi anni di carriera. Per celebrare l’evento, la Casa americana ha radunato proprio ai piedi dello stabilimento 60 esemplari della vettura di recente fabbricazione oltre a tre aerei P-51 Mustang che come la Ford Mustang prendono il nome da un cavallo selvatico americano.

Oggi la Ford Mustang è giunta alla sesta generazione, la prima venne presentata nel 1964. L’abitacolo prevede da sempre quattro soli posti mentre i prezzi sono da sempre particolarmente contenuti; per questo motivo ha generato una categoria di vetture a se, le pony car cioè automobili coupé con listino accessibile e prezzi inferiori alle muscle car.

Bisogna dire che qualche alto e basso in 54 anni di carriera c’è stato, a cominciare dalla seconda generazione del 1973. Si trattava infatti di una versione più compatta ed efficiente, realizzata in piena crisi petrolifera ma mai apprezzata dagli appassionati. La riduzione degli inquinanti era gestita da un motore a quattro cilindri da 2,3 litri che non sprigionava molta potenza. La terza generazione del 1979 presenta una carrozzeria invece più spigolosa ma col classico cofano anteriore lungo, i motori erano a 4, 6 e 8 cilindri.

Tornano le linee morbide con la quarta generazione del 1994 che viene concepita in versione fastback con una variante cabrio nel listino. La quinta generazione del 2005 è invece un chiaro ritorno al look del passato con i fari tondi mentre il motore è ora un sei cilindri mentre la lunghezza sfiora ora i 5 metri.

L’attuale generazione presentata nel 2015 è invece la prima Mustang per tutto il mondo. Questa sesta generazione porta all’esordio le sospensioni posteriori indipendenti e un motore 4 cilindri tra le altre motorizzazioni disponibili. Si è rivelata una vettura dalle grandi capacità commerciali, nel 2017 ne sono state vendute più di 125.000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.