in

Gruppo Audi: grande performance finanziaria nonostante il periodo difficile

Bentley, Lamborghini e Ducati hanno contribuito fortemente agli ottimi risultati raggiunti

Gruppo Audi vendite 2022

Il Gruppo Audi continua a guidare con successo i suoi marchi in un contesto di mercato difficile. Nei primi tre trimestri del 2022, il gruppo ha aumentato i suoi ricavi su base annua del 10,4% a 44,6 miliardi di euro.

L’utile operativo ha raggiunto i 6,2 miliardi di euro, superando significativamente il livello dell’anno precedente, mentre anche il margine operativo è migliorato al 14%. Una buona posizione di prezzo e una forte performance di Bentley, Lamborghini e Ducati hanno contribuito a un risultato operativo eccezionale.

Il gruppo ha così proseguito il percorso di successo che aveva tracciato nel primo semestre dell’anno. Il flusso di cassa netto di 4,6 miliardi di euro rimane su livelli elevati.

Gruppo Audi vendite 2022
Gruppo Audi vendite 2022

Gruppo Audi: i ricavi sono aumentati del 10,4% a 44,6 miliardi di euro

Markus Duesmann, presidente del Consiglio di Amministrazione di Audi AG, ha detto che dopo nove mesi, caratterizzati da incertezze geopolitiche e continue interruzioni nelle catene di approvvigionamento, il profitto operativo dell’azienda dimostra la sua forza. Allo stesso tempo, guarda al futuro e si attiene ai suoi obiettivi strategici senza ridimensionarli.

Nei primi nove mesi, Audi Group ha consegnato ai clienti 1.212.275 veicoli (2021: 1.354.587). Il calo del 10,5% su base annua è dovuto ai continui colli di bottiglia nella fornitura e alle sfide nella catena logistica.

Nonostante il difficile contesto per la produzione, Audi ha aumentato le consegne di quasi il 12% nel terzo trimestre (408.430 veicoli). Positiva anche la performance sul mercato interno: da gennaio a settembre, il costruttore tedesco ha consegnato ai clienti l’8,1% di modelli in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In tutto il mondo, quest’anno Audi ha consegnato 1.193.529 veicoli ai clienti (-11,4%).

Le consegne di veicoli completamente elettrici di Audi sono andate molto bene, aumentando di oltre il 45% su base annua. In tutto sono stati consegnati ai clienti 76.989 BEV – Battery Electric Vehicle (2021: 52.774).

La quota di BEV per il Gruppo Audi nel suo insieme è aumentata in modo significativo durante il periodo di riferimento al 6,4% (2021: 3,9), una conseguenza della coerente strategia di elettrificazione di Audi, che accelererà ulteriormente nei prossimi anni.

A partire dal 2026, la casa dei quattro anelli lancerà solo modelli completamente elettrici. L’elevata domanda mostra già quanto sia interessante il portafoglio elettrico. Il prossimo modello si trova attualmente dietro le quinte. Il successore dell’Audi e-tron celebrerà la sua anteprima entro la fine dell’anno e un prototipo è già in viaggio per i test drive ad Amburgo da settembre.

Presto sbarcherà in Formula 1 con Sauber

L’elettrificazione plasmerà anche la Formula 1 dal 2026 in poi. I regolamenti tecnici si basano su un aumento significativo della potenza elettrica del 50% e sull’uso di carburante sintetico dal 2026 in poi, il che rende per Audi il momento giusto per partecipare alla massima competizione automobilistica.

Con le nuove normative, i requisiti essenziali per l’ingresso di Audi in F1 sono stati soddisfatti. Oltre a limitare i costi per la power unit, nel 2026 la serie di corse sta compiendo anche un importante passo avanti verso la sostenibilità.

Audi ha scelto Sauber come partner strategico per questo progetto. La leggendaria scuderia svizzera gareggerà come una squadra ufficiale del brand tedesco dal 2026 e utilizzerà un suo propulsore nella classe regina del motorsport. Nell’ambito di questa partnership, Audi acquisirà una partecipazione nel Gruppo Sauber.

Lo storico marchio tedesco non vuole solo utilizzare il suo impegno in Formula 1 come piattaforma globale, ma anche per fornire uno stimolo allo sviluppo del veicolo. Prestazioni e concorrenza superiori sono sempre fattori trainanti dell’innovazione e del trasferimento tecnologico nel settore.

Nel Competence Center Motorsport di Neuburg, Audi ha già avviato la creazione dell’Audi Formula Racing GmbH e lo sviluppo del propulsore per l’ingresso in Formula 1 nel 2026. L’azienda, costituita per tale progetto, è composta principalmente da dipendenti di Audi Sport GmbH con l’aggiunta di esperti esterni.

Nei primi tre trimestri, il Gruppo Audi ha generato ricavi per 44.561 euro (2021: 40.375), con un incremento del 10,4%. Come nei trimestri precedenti, il gruppo ha beneficiato di una forte posizione di prezzo e di uno sviluppo dinamico nel campo dei veicoli elettrici. Anche il primo consolidamento di Bentley ha contribuito al positivo andamento delle vendite.

Le entrate europee sono leggermente aumentate al 12,4%. Con ciò, il Gruppo Audi sottolinea l’importanza dei criteri di sostenibilità ESG ancorati nella sua strategia Vorsprung 2030 per tutte le decisioni aziendali e di prodotto.

L’utile operativo è stato pari a 6,250 milioni di euro (2021: 3,852) milioni, con un margine operativo del 14% (2021: 9,5%) ed è quindi ben al di sopra dell’obiettivo strategico. Ciò ha consentito al gruppo di continuare il trend dei trimestri precedenti. Oltre al buon posizionamento dei prezzi, ha contribuito agli utili record anche la forte performance operativa di Lamborghini, Bentley e Ducati.

Gruppo Audi vendite 2022

Come sono andate le vendite di Lamborghini, Ducati e Bentley

Nei primi tre trimestri, Lamborghini ha stabilito un nuovo massimo per le consegne ai clienti. Con 7430 veicoli consegnati nei primi nove mesi, la casa automobilistica di Sant’Agata Bolognese ha sovraperformato ancora una volta del 7,6%. I ricavi sono cresciuti del 30,1% a 1,926 milioni di euro (2021: 1,481). L’utile operativo è salito a 570 milioni di euro (2021: 338) mentre il margine operativo ha raggiunto un ottimo valore del 29,6%.

Bentley ha aumentato le consegne ai clienti globali del 3,5% a 11.316 veicoli e ha accresciuto i ricavi a 2,490 milioni di euro. Allo stesso tempo, il costruttore britannico ha più che raddoppiato l’utile operativo dell’anno precedente con 575 milioni di euro (2021: 275 milioni di euro). Con un margine operativo del 23,1%, Bentley rimane sulla buona strada e supera significativamente il suo obiettivo strategico.

Durante quei nove mesi, Ducati ha consegnato 49.873 moto (2021: 49.719), leggermente al di sopra del livello dell’anno precedente. I ricavi sono aumentati del 21,2% a 872 milioni di euro (2021: 720 milioni di euro). L’utile operativo ha raggiunto i 109 milioni di euro (2021: 67 milioni di euro), con un margine operativo del 12,5%.

Jürgen Rittersberger, membro del Consiglio per le finanze e gli affari legali di Audi AG, ha dichiarato che Lamborghini, Bentley e Ducati hanno contribuito in modo significativo alla solida performance finanziaria dell’intero gruppo.

Con l’ampio portafoglio offerto, il gruppo riesce a restare a galla anche in tempi di crisi geopolitica come quello attuale. Il margine operativo del 14%, che ancora una volta supera significativamente gli obiettivi stabiliti in ​​questo trimestre, è una prova impressionante della forza collettiva.

I guadagni da attività finanziarie del Gruppo Audi sono aumentati a 1,283 milioni di euro (2021: 961) e includono un profitto maggiore dalla sua attività in Cina di 823 milioni di euro (2021: 780). La rapida ripresa dopo il blocco del COVID-19 in Cina nel secondo trimestre ha contribuito in modo significativo al miglioramento degli utili. L’utile prima delle imposte è stato di 7,533 milioni di euro (2021: 4,813 euro) nei primi tre trimestri.

Il flusso di cassa netto si è normalizzato rispetto alla cifra dell’anno precedente e a 4,579 milioni di euro (2021: 7,917) è a un livello solido. Da un lato, ciò è dovuto all’aumento delle scorte a seguito della maggiore produzione nel terzo trimestre e, dall’altro, alle continue interruzioni nella logistica e nelle catene di approvvigionamento.

Inoltre, pagamenti fiscali più elevati, investimenti (ad esempio nel nuovo stabilimento produttivo di Audi FAW NEV a Changchun, Cina) e il trasferimento di partecipazioni all’interno del Gruppo Volkswagen, hanno influito sul flusso di cassa netto.

In vista delle prevedibili conseguenze della situazione di approvvigionamento persistentemente difficile, il Gruppo Audi ha adeguato le sue previsioni per l’intero anno 2022 e ora prevede consegne ai clienti comprese tra 1,65 e 1,75 milioni di veicoli. Si prevede un fatturato compreso tra 60 e 63 miliardi di euro.

Grazie a una forte performance del marchio e alla continua disciplina dei costi, Audi prevede un margine operativo compreso tra l’11% e il 13%. Ciò presuppone che non ci saranno perturbazioni significative sui mercati delle materie prime durante il resto dell’anno.

Il ritorno sull’investimento dovrebbe essere compreso tra il 19% e il 22%. La previsione per gli altri indicatori chiave di performance dell’Audi Group rimane invariata rispetto al primo semestre, con un flusso di cassa netto previsto compreso tra 4,5 e 5,5 miliardi di euro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!