in

Il primo SUV di Smart si mostra in alcuni teaser

Smart SUV

Bisognerà attendere il prossimo Salone di Monaco per avere un’evidenza effettiva di quelle che saranno le forme del primo SUV di Smart, declinata esclusivamente nella motorizzazione elettrica ma su una base meccanica sviluppata da Geely. Il primo SUV di Smart che, secondo indiscrezioni, dovrebbe arrivare non prima del 2023 rappresenta il primissimo modello in arrivo dopo la cessione del 50% del brand ai cinesi di Geely: l’accordo è stato siglato infatti nel 2019.Smart SUV

Smart e Geely hanno dato vita ad una vera e propria joint venture utile per realizzare modelli elettrici destinati ai più vasti mercati mondiali, con un occhio di riguardo alla Cina. Dopo che sono state già rese note le specifiche della nuova piattaforma modulare denominata Sustainable Experience Architecture (SEA) del Gruppo Geely che sarà alla base del nuovo SUV di Smart, proprio il costruttore dell’iconica vettura a due posti ha svelato alcuni teaser che forniscono una idea di massima sulle effettive linee del primo SUV del costruttore. Tuttavia, come si diceva, per poter avere contezza delle forme definitive c’è da attendere il Salone di Monaco del prossimo settembre.

Una nuova linea da seguire

Con l’arrivo del suo primo SUV, Smart sembra effettivamente reinventare il design dei suoi modelli visto che i teaser non ripropongono tratti caratteristici dei modelli più iconici del costruttore. L’occasione di una nuova introduzione di tale portata ha permesso al comparto design del marchio, guidato da Gordon Wagener, di dare una sterzata netta alla concezione stilistica del brand.Smart SUV

Tuttavia il SUV di Smart dovrebbe disporre di misure al solito contenute, con lunghezze inferiori ai 4 metri e mezzo per inserirsi nella battaglia con l’apprezzata Mini Countryman. Il target di vendita dovrebbe essere quello giovane che guarda con interesse ai temi ambientali grazie all’adozione dell’esclusiva propulsione elettrica. Tuttavia sembra che il SUV possa garantire un occhio rivolto al posizionamento premium in accordo con molteplici opzioni relative alla connettività della vettura.

C’è poi da dire che la piattaforma modulare di Geely su cui poggerà il futuro SUV di Smart, riuscirà a garantire una concreta abitabilità di bordo utile ad accogliere comodamente anche cinque occupanti senza pregiudicare comunque la sicurezza che rappresenta comunque un caposaldo importante nella storia di Smart. Al momento non si conoscono le caratteristiche tecniche e quindi sarebbe un azzardo ipotizzare le peculiarità del propulsore e l’autonomia prevista.