in ,

La California vuole batterie per auto elettriche garantite per legge entro il 2026

Auto elettriche
Auto elettriche

L’auto elettrica è una specie che ha appena iniziato il suo ciclo di vita. Ha ancora molto da evolvere e uno dei punti chiave sono le batterie che le alimentano. Il degrado delle batterie comincia a essere un tema su cui concentrarsi ora che le auto elettriche iniziano ad avere anni, e in California vogliono che i produttori garantiscano i requisiti minimi per legge. Questo elemento non solo è diventato attualmente la parte più costosa dell’intera auto elettrica e che è fondamentale per un fattore rilevante come l’autonomia, ma inizia anche a preoccupare cosa succede quando quelle batterie iniziano a smettere di funzionare.

Lo stato americano della California è uno di quei posti in cui l’auto elettrica sta avendo una grande fissione. Entro il 2035, le autorità californiane hanno fissato l’obiettivo che l’ 80% delle nuove auto vendute debbano essere elettriche.

Con un numero così rappresentativo di auto elettriche all’orizzonte, dobbiamo iniziare a pensare a cosa accadrà quando le batterie perderanno capacità, dal momento che significherà una notevole diminuzione dell’autonomia delle auto elettriche e, in definitiva, un problema ambientale nel caso questo elemento deve essere sostituito, riciclato, riutilizzato o semplicemente smontato.

Questa degradazione avviene all’interno delle celle che compongono i pacchi batteria e non è altro che la perdita di efficacia della reazione chimica che avviene all’interno. Questa perdita si verifica con l’uso in quanto vengono effettuati cicli di carica-scarica o le sollecitazioni a cui sono sottoposti con cariche rapide, ma anche per il semplice trascorrere del tempo. Il risultato di questo calo delle prestazioni chimiche delle batterie si traduce nell’impossibilità di raggiungere l’autonomia di quando l’auto elettrica (e la sua batteria) erano nuove. Ed è qui che entra in gioco la California.

Come di consueto, l’iniziativa è partita dal Resources Board California Air Resources Board (CARB, per il suo acronimo in inglese: California Air Resources Board), l’ente preposto alla regolamentazione delle emissioni e preposto alla gestione del piano di mobilità sostenibile. CARB ha pubblicato una serie di raccomandazioni che vogliono trasformare in legge, e con le quali i produttori sono obbligati a certificare che le batterie delle auto elettriche mantengono l’80% della loro capacità dopo 15 anni o 150.000 miglia (poco più di 240.000 km). Le regole si applicherebbero a partire dall’anno 2026.

Tale norma contempla anche quei veicoli elettrici alimentati da celle a combustibile a idrogeno , che nel loro caso dovranno mantenere il 90% della loro autonomia dopo 4.000 ore di utilizzo. Inoltre, e per una maggiore trasparenza, il CARB sottolinea anche che i produttori dovranno implementare un valore che rappresenti lo stato di salute della batteria (SOH) , che rappresenti la capacità utile della confezione scontando il degrado e che dovrebbe essere accessibile dal cliente. Questo indicatore verrà utilizzato anche per determinare quando il produttore si occuperà della sostituzione (o meno) entro la garanzia del pacco batteria. Garanzie che il CARB vuole portare fino a 10 anni e 150.000 miglia, al di sopra di quanto attualmente offrono i produttori.

Ti potrebbe interessare: Page-Roberts Automotive presenta le batterie verticali nelle auto elettriche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *