La Jaguar XE SV Project 8 ha stabilito un nuovo record a Laguna Seca

La Jaguar XE SV Project 8 è sicuramente in grado di dare filo da torcere a parecchie supercar, forte dei suoi 600 cavalli che la proiettano verso i 320 km/h di velocità massima. Quindi non è una sorpresa che la berlinona inglese abbia stabilito di recente un ulteriore record di categoria, quella riservata alle berline a quattro porte, in California presso il famoso circuito di Laguna Seca. La Jaguar XE SV Project ha girato in 1.37:54 secondi con alla guida Randy Pobst che ha abbassato di un secondo il record appartenente ad una Cadillac CTS-V con motore V8 da 6,2 litri turbo e 649 cavalli.

Qualche mese fa la Jaguar XE SV Project 8 aveva stabilito un ulteriore record sul singolo giro per la sua categoria sul temibile circuito tedesco del Nürburgring.

La Jaguar XE SV Project 8 si basa chiaramente sulla berlina XE anche se viene completamente rivista dal reparto Special Vehicle Operations dello stesso gruppo Jaguar Land Rover.

La motorizzazione turbo con 8 cilindri disposti a V da 5.0 litri in pratica viene utilizzato anche sulla Jaguar XF e sulla Range Rover SVR anche se i 600 cavalli attuali vengono spremuti da un’elettronica specifica, da interventi al software oltre che su impianto di alimentazione e di scarico. Proprio l’intero impianto di scarico viene realizzato in titanio per ridurre i pesi mentre il diametro degli scarichi, quattro, è pari a 89 millimetri.

All’esterno invece la carrozzeria prevede un’impostazione piuttosto estrema con accorgimenti “da corsa”; si nota l’ala posteriore di grandi dimensioni oltre che i fascioni rivisti e le prese d’aria per il raffreddamento presenti su quest’ultimo. I cerchi sono da 20 pollici e l’assetto ribassato mentre i freni sono realizzati in materiale composito.

La Jaguar XE SV Project 8, per sottolineare l’esclusività, viene realizzata in 300 esemplari venduti a 170.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.