in

La nuova Fiat Topolino potrebbe essere una Citroen Ami italiana

Nuova Fiat Topolino: il CEO della casa italiana Olivier Francois ha confermato che il suo brand sta pensando al lancio di un quadriciclo

Fiat Topolino
L'ipotesi di una futura Fiat Topolino

Fiat vuole costruire la propria versione del quadriciclo Ami, chiamandolo nuova Fiat Topolino. Il capo della casa italiana Olivier Francois lo ha confermato ad Auto Express. Francois ha detto che il suo marchio è “in discussioni attive” con i partner di Stellantis Citroen e Opel sul progetto. Il minuscolo veicolo elettrico, ha avuto successo in diversi mercati chiave da quando è stato lanciato lo scorso anno. E il capo della FIAT, Olivier François, ritiene che potrebbe aiutare il suo marchio a fornire una migliore mobilità urbana, una delle sue missioni chiave all’interno del più ampio gruppo Stellantis.

Nuova Fiat Topolino: il CEO della casa italiana Olivier Francois ha confermato che il suo brand sta pensando al lancio di un quadriciclo

Quando gli è stato chiesto direttamente se avesse parlato del veicolo, François ha risposto: “Sì, certo. Ho avuto discussioni. Se arrivo in quel segmento [della mobilità urbana] – cosa che voglio fare, a dire il vero – allora è chiaro che ho un’ottima base con quella vettura Citroen/Opel”.

La rielaborazione di Opel dell’Ami focalizzata si è estesa a un nuovo nome, Rocks-e , insieme a una griglia anteriore rivista e un nuovo design delle ruote. François dice che la Fiat punterebbe probabilmente ad adottare un approccio più radicale. “Questi sono cubi”, ha detto, “ed è una vera sfida di design realizzare un cubo sexy. Ma se c’è un marchio che può farlo, è Fiat».

Si ritiene che la versione FIAT dell’auto possa portare il badge di nuova Fiat Topolino (scimmiottando il soprannome della 500 originale ) e offrire un tetto in tessuto apribile, una caratteristica non disponibile su Ami o Opel Rocks-e. Le voci dello scorso anno suggerivano che a rivenditori italiani selezionati fosse già stato mostrato un prototipo.

Citroen

François ha affermato che la sfida più grande finora nei colloqui è stata garantire i tipi di volumi di produzione necessari affinché Fiat si impegni nel progetto. Stellantis ha recentemente annunciato un ulteriore investimento di 300 milioni di euro per lo stabilimento di Kenitra in Marocco, dove viene prodotto l’Ami, portando potenzialmente la capacità a circa 50.000 quadricicli all’anno.

“Se lo faccio, voglio che diventi un grande successo”, ha detto François, “e per un grande successo dobbiamo aumentare la nostra capacità. Questo è il tipo di discussione che ho avuto con i miei colleghi di Citroen e Opel”.

Ti potrebbe interessare: Presentati i nuovi Fiat Doblò ed E-Doblò: un nuovo modo di intendere le attività quotidiane

Looks like you have blocked notifications!