in

La nuova Lamborghini Aventador arriverà nel 2023 o 2024

Lamborghini Aventador
Lamborghini Aventador

Il successore della Lamborghini Aventador sarà una supercar ibrida attualmente in fase di sviluppo. Internamente conosciuta come LB48H, si prevede che mantenga il motore V12, ma lo combini con una sezione ibrida plug-in di cui non si conoscono ancora i dettagli. La sua presentazione è prevista per il 2023 o il 2024.

La sostituta di Lamborghini Aventador arriverà nel 2023 o nel 2024

Questo modello prenderà il posto della Lamborghini Aventador attuale, presentata originariamente nel 2011 e che saluta nel 2021 con la versione Ultimae, che funge da canto del cigno per il motore a dodici cilindri senza elettrificazione. Il marchio ha già insistito attivamente e passivamente sul fatto che questo nuovo lancio sarà un ibrido e che andrà oltre il Sián FKP 37 , che include un supercondensatore come ibridazione leggera.

In un’intervista alla rivista britannica Autocar, l’amministratore delegato di Lamborghini, Stephan Winkelmann, ha apertamente escluso che la nuova Aventador utilizzerà un supercondensatore come quello della Sián . La ragione per abbracciare completamente l’ibridazione sono le normative sulle emissioni, perché il marchio ha fissato l’obiettivo di dimezzare le sue emissioni di anidride carbonica entro il 2025.

Il lancio della LB48H avverrà nel 2023 o 2024. Nel 2021 il marchio prevede di introdurre un’altra supercar con motore V12 e supercondensatore, e nel 2022 due nuove creazioni derivate dalla Urus e dalla Huracán . La “Aventador 2.0” aspetterà almeno fino al 2023, anche se è possibile che l’anno prossimo conosceremo i dettagli precisi delle sue prestazioni e della sua estetica.

È possibile che il motore elettrico della sostituta della Lamborghini Aventador sia posizionato sull’avantreno, qualcosa che cercherà in parte di compensare il peso extra dando al veicolo una maggiore agilità. Si tratta di una soluzione simile a quella utilizzata dalla Lamborghini Asterion Concept, che utilizzava il V10 della Huracán per azionare l’asse posteriore e tre motori elettrici all’anteriore. In totale ha sviluppato 910 cavalli e ha annunciato un consumo di 4,2 litri per 100 chilometri. “Penso che possiamo avere il cambio nella parte anteriore. E può rendere la macchina molto più gestibile avere il motore in quest’area. Penso che sia la soluzione migliore”, afferma Maurizio Reggiani, direttore tecnico dell’azienda.

Ti potrebbe interessare: Lamborghini Aventador Ultimae: l’ultima della specie

Lamborghini Aventador
Lamborghini Aventador

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *