in ,

Maserati Quattroporte III

Maserati Quattroporte III 1976

Maserati Quattroporte III 1976La Maserati Quattroporte III apparve nel 1976 al Salone di Torino sotto la direzione di De Tommaso e rimase in produzione fino alla fine degli anni Ottanta. Il nome Quattroporte fu utilizzato per la prima volta dalla Maserati nel 1975 per un modello di vettura che si serviva di molti componenti Citroen e che, dopo la produzione di soli cinque esemplari, fu abbandonata perchè considerata troppo pesante e sottopotenziata.

La nuova Maserati Quattroporte III, abbandonati tutti gli elementi della Citroen utilizzati per i vecchi modelli, era dotata del motore V8 italiano, montato sul modello sportivo Kyalami. Fino al 1985 disponibile era stato un motore 4,1 o 4,9 litri ma il motore più piccolo da 255 CV venne abbandonato. Nel 1986 il motore venne aggiornato a 295 CV. Identiche alla Kyalami erano anche la trasmissione automatica e le sospensioni. La carrozzeria era molto simile a quella della Quattroporte II.

Una caratteristica distintiva della vettura si trovava al suo interno,essendo particolarmente elegante. Della Maserati Quattroporte III furono costruiti circa 1.876 esemplari e la Maserati, pur essendo impegnata nella gamma Biturbo, continuò a fornire la Quattroporte/Royale, anche se in minore quantità.