in

Multe da Scout Speed nulle senza cartello: lo dice la Cassazione

Un’ordinanza della Cassazione cambia le carte in tavola: multe da Scout Speed nulle senza cartello, anche nelle volanti della Polizia

scout speed

Dimenticate il classico autovelox fisso. E anche il Tutor. E concentratevi sullo Scout Speed: sorta di pistola laser, in funzione anche nelle volanti in movimento della Polizia. In base a un decreto attuativo, lo Scout Speed funziona senza cartello di preavviso di accertamento elettronico della velocità. Per il Codice della Strada, invece, serve il segnale, più il pannello luminoso sull’auto. In passato, parte dei giudici dicevano: ok lo Scout Speed senza cartello. Ma ora la Cassazione sostiene il contrario: servono segnale e pannello sulla macchina: ordinanza 29595/2021.

Per gli ermellini, il Codice della Strada è sacro: le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite nel regolamento di esecuzione del presente codice. Le modalità di impiego sono stabilite con decreto del ministro delle Infrastrutture, di concerto con il ministro dell’Interno.

Cosa dicono Comuni e Province che usano lo Scout Speed

Per gli Enti locali, una brutta botta. Comuni e Province, che usano lo Scout Speed, non ci stanno. Dicono: c’è il decreto del ministero delle Infrastrutture del 15 agosto 2007, emesso per la determinazione delle modalità di impiego delle postazioni controllo della velocità. Prevede l’esonero dall’obbligo di presegnalazione per strumenti di rilevamento della velocità con modalità dinamica, come lo Scout Speed. Disposizione poi confermata dal successivo decreto 282 del 13 giugno 2017.

Secondo la Cassazione, prima viene il Codice della Strada. Più in basso, di rango inferiore, i decreti attuativi. Se il Codice impone il cartello, così dev’essere. A meno che intervengano altre leggi, ma non certo decreti attuativi.

Pertanto, non c’è esonero dall’obbligo di preventiva segnalazione per i dispositivi rilevamento in maniera dinamica, ovvero “a inseguimento”, installati a bordo dei veicoli. Ovviamente, bisognerà vedere adesso Comuni e Province come reagiranno di fronte alla decisione della Cassazione. E quanti automobilisti faranno ricorso contro le multe date da Scout Speed senza cartello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.