in

Nio partnership con Shell per il battery swap globale

Il mondo dell’auto elettrica prende sempre più piede. Lo conferma un importante accordo firmato dai cinesi di Nio con Shell

Nio

Il mondo dell’auto elettrica prende sempre più piede. Lo conferma un importante accordo firmato dai cinesi di Nio con Shell, iconico produttore di lubrificanti e carburanti anche per la Formula 1 (da sempre partner della Scuderia Ferrari). L’accordo stipulato fra le due parti prevede una collaborazione strategica che permette ad entrambi di lavorare su soluzioni utili alla ricarica dei veicoli a batteria, in accordo con tecnologie utili a praticare la sostituzione del pacco batterie ogni volta che questo si scarica. Riducendo così i tempi di attesa a pochissimi minuti: la tecnologia meglio nota come battery swap.

Oggi Nio gestisce già diverse stazioni dedicate al battery swap in Cina, di conseguenza l’accordo con Shell potrebbe rappresentare la via maestra per praticare una valida diffusione del progetto. Si partirà innanzitutto con due siti pilota, in modo da raggiungere l’obiettivo di almeno un centinaio di stazioni dedicate entro il 2025.

La partnership fra Nio e la multinazionale del petrolio prevede anche l’installazione di stazioni dedicate al cambio della batteria presso gli hub di ricarica di Shell EV, e allo stesso tempo presso varie sedi Nio saranno installate colonnine di ricarica rapida Shell Recharge. Un contraccambio che potrebbe risultare fortemente interessante.

Come funziona il battery swap che adotterà anche Nio

La tecnologia del battery swap proposta da diverse realtà, quindi anche dai cinesi di Nio, potrebbe risultare effettivamente molto più interessante rispetto ad altre modalità di ricarica.

Come dicevamo, non parliamo di una vera e propria ricarica delle batterie, visto che la tecnologia prevede proprio la sostituzione fisica delle batterie con elementi già carichi azzerando in questo modo i necessari tempi utili alla ricarica. C’è da dire che non si tratta di una tecnologia nuovissima, visto che in molti si sono cimentati nello sviluppo di questa tecnologia sin dai primi Anni Duemila.

Nio
Una stazione di ricarica con battery swap di Nio

La collaborazione fra Nio e Shell sarà destinata anche all’Europa

C’è da dire poi che la collaborazione sorta fra Nio e Shell darà vita ad un’espansione in tal senso anche nel continente europeo, esulando dalla possibilità che la tecnologia possa essere diffusa solo in Cina. Si potrà quindi avere accesso a quella che sarà una delle più ampie reti di ricarica per i veicoli elettrici presenti in tutta l’Europa, mediante l’utilizzo del servizio Shell Recharge Mobility Service Provider.

Nel frattempo il vicepresidente di Shell Mobility, István Kapitány, ha ammesso: “la decarbonizzazione è una sfida globale che richiede soluzioni di ampia portata. Questa è la cosa più eccitante della nostra nuova partnership con Nio: l’ampiezza della collaborazione si riversa in ciò che possiamo offrire ai nostri clienti che utilizzano veicoli elettrici, sia in Europa che in Cina. Insieme, lavoreremo per migliorare ogni aspetto dell’esperienza sui veicoli elettrici. Ciò significa che offriremo la ricarica ad alta velocità Shell Recharge presso le sedi Nio e renderemo disponibile il cambio batteria presso le sedi Shell dedicate, offrendo anche ai clienti Nio le nostre migliori soluzioni di ricarica per la casa e le aziende”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.