in ,

Nuova Kia Niro: più sostenibile, ma sempre elettrica, ibrida o plug-in

La Kia Niro del costruttore coreano introduceva cinque anni fa la concezione di ibrido: la nuova generazione raggiunge una nuova maturità

Niro 2023

Con la Kia Niro, il costruttore coreano introduceva già cinque anni fa la propria concezione di vettura ibrida. La vettura si distingueva dalle altre della famiglia Kia in accordo con un design sicuramente più appetibile, quindi meno elaborato di quello ragionato da altri modelli della gamma. Ora la Kia Niro raggiunge una nuova maturità con un design che si ispira a quello del concept HabaNiro visto due anni fa al Salone di New York.

Ora il design si fa sicuramente più audace, sia fuori che all’interno del rinnovato abitacolo, a cominciare dall’importante presenza stilistica del montante posteriore e per la rivista Tiger Face di casa Kia. La nuova Kia Niro, già svelata al recente Mobility Show di Seul e disponibile a partire dal 2022, conferma le caratterizzazioni già note in termini di propulsori: sarà infatti ibrida (HEV), plug-in (PHEV) e elettrica (EV). La Kia Niro si pone al centro del confronto con l’ultima generazione di Nissan Juke, rimanendo però esclusa dalla linea destinata ai modelli esclusivamente elettrici di Kia tanto che non utilizza la piattaforma E-GMP ad essi dedicata.

Niro 2023

Ispirazione dalla natura per la nuova Kia Niro

La nuova Kia Niro prende quindi ispirazione dalla natura, sia nel design che per ciò che riguarda la scelta di materiali, colori e anche finiture utilizzate. Diversi dettagli provengono quindi dal concept HabaNiro, a cominciare dalla trattazione bicolore della carrozzeria e dall’imponente montante posteriore che va a migliorare il comportamento aerodinamico della vettura con fanali posteriori a forma di boomerang che si incastonano proprio nel montante citato. Davanti invece le luci diurne a LED heartbeat incrementano la sicurezza e permettono di rendere meglio riconoscibile la vettura.

L’ultima generazione di Kia Niro permette di introdurre anche la Greenzone Drive Mode, ovvero una funzione che va ad agire sulla modalità di guida migrando in automatico dalla modalità ibrida a quella completamente elettrica. Di conseguenza la Kia Niro quando si guida in prossimità di luoghi sensibili (scuole o ospedali) o in zone residenziali, tramite estrazione di dati dal sistema di navigazione e dei dati della cronologia di guida passa in automatico all’elettrico.

Niro 2023

La sostenibilità passa quindi da nuovi materiali. Il rivestimento utilizzato sul padiglione viene realizzato con carta da parati riciclata, quindi i sedili utilizzano il bio poliuretano con Tencel ricavato dalle foglie degli alberi di eucalipto. I pannelli delle portiere utilizzano invece vernice priva di BTX, ovvero di benzene, toluene e isomeri di xilene.

All’interno dell’abitacolo il design curvo si abbina a caratterizzazioni ben definite con tratti orizzontali e diagonali che si contrappongono in abbinamento ad una superficie in nero lucido, che ospita l’infotainment e le bocchette per la ventilazione. I sedili, di minori dimensioni, non incidono sul comfort ma permettono di ottenere maggiore spazio a disposizione dei passeggeri.

Niro 2023

È prevista un’evoluzione dell’attuale propulsore della e-Niro, anche se l’eventualità potrebbe essere interrotta alla luce della maggiore domanda per l’opzione della batteria da 64 kWh. Appare quindi probabile che anche il motore a benzina da 1,6 litri attualmente utilizzato sulle Niro ad alimentazione tradizionale, venga introdotto sebbene è improbabile che venga potenziato per fornire la stessa potenza combinata di 261 CV vista sul nuovo Sportage PHEV.

Nulla si sa invece sui prezzi che interesseranno la gamma della nuova Kia Niro, informazioni che dovrebbero essere rilasciate a breve.

Lascia un commento