in

Perché invertire le gomme nelle auto?

invertire gomme

invertire gommeLe gomme devono essere sempre tenute sotto controllo, soprattutto se l’auto rappresenta la nostra seconda casa, perché esse sono la superficie di contatto tra l’auto e l’asfalto: la loro stabilità è la nostra sicurezza e quella degli altri automobilisti.

Invertire gli pneumatici evita il consumo squilibrato delle gomme anteriori rispetto alle posteriori. Le gomme anteriori sopportano un sforzo tre volte superiore a quello delle gomme posteriori:

–         peso dello sterzo

–         peso della trazione motrice

–         peso del motore

Questi sforzi causano alle ruote un effetto battistrada tondeggiante e per questo motivo ogni 10/15 mila kilometri conviene invertire le ruote anteriori con quelle posteriori. Per garantirci ancor più sicurezza sarebbe opportuno effettuare anche l’equilibratura degli pneumatici sul cerchio.

Invertire la posizione delle gomme vi servirà a risparmiare, perché altrimenti vi ritrovereste con delle ruote anteriori lisce e instabili (quindi da sostituire) e con quelle posteriori seminuove. Inoltre, se possedete un’auto con trazione posteriore sarete meno soggetti a questo tipo di consumo, poiché l’usura delle gomme risulterà più omogenea, in quanto i pesi sono meglio distribuiti.

Vi ricordiamo che oramai sono sempre più diffuse le gomme direzionali asimmetriche, quindi potrete solo invertirle sullo stesso lato e non incrociarle.

A conclusione vi consigliamo di controllare spesso la pressione delle gomme, perché così facendo eviterete consumi irregolari del battistrada. Evitate la bassa pressione delle gomme perché le fa consumare sul bordo ed evitate l’alta pressione delle stesse perché ne causa il consumo al centro.