in ,

Range Rover Sport: nuove foto spia del SUV sportivo

La Range Rover Sport Mk3 sarà una proposta radicalmente diversa rispetto alla generazione in uscita, che avrà già 10 anni quando sostituita

RR Sport

In casa Land Rover si lavora con un certo interesse attorno alla Range Rover di quinta generazione, la stessa che nella veste di Range Rover Sport (nella generazione attuale) è diventata una delle vetture più vendute del costruttore.

Ora in prova “sotto mentite spoglie”, prima del lancio previsto nei prossimi mesi, la nuova Range Rover Sport Mk3 svolgerà un ruolo fondamentale nel supportare Jaguar Land Rover mentre l’azienda intraprende un programma di elettrificazione ad ampio raggio con un approccio piuttosto rapido. Negli ultimi cinque anni, il modello attuale ha superato di oltre il 40% la Range Rover standard e, più recentemente, ha spinto assieme alla più piccola Range Rover Evoque e Land Rover Discovery Sport per la posizione di modello più venduto di casa JLR.

Il lancio della nuova architettura MLA Flex di Land Rover sui suoi modelli più grandi significa che la Range Rover Sport Mk3 sarà una proposta radicalmente diversa rispetto alla generazione in uscita, che avrà già 10 anni quando verrà sostituita. Dichiarato di garantire il 50% in più di rigidità torsionale e di ridurre il “rumore” strutturale del 24%, la nuova scocca promette di migliorare sostanzialmente la raffinatezza dell’intera famiglia Range Rover. La Sport, in particolare, potrebbe concentrarsi maggiormente sulle sue credenziali dinamiche come rivale perfetta della Porsche Cayenne.

Ciò è particolarmente degno di nota alla luce di un accordo di condivisione del gruppo propulsore tra JLR e BMW. Il legame significa che la più potente Range Rover Sport SVR sostituirà il suo V8 sovralimentato con un V8 biturbo da 4,4 litri sviluppato proprio da BMW, che apre la strada a un forte aumento di potenza e, più radicalmente, a un plug-in molto più potente in opzione con trasmissione ibrida.

RR Sport

La nuova generazione di Range Rover Sport adotterà un propulsore di casa BMW

L’attuale Range Rover Sport SVR utilizza il V8 da 5,0 litri e 567 cavalli riservato ai modelli del portafoglio Veicoli Speciali dell’azienda che attualmente comprende versioni con motorizzazione identica per Land Rover Defender, Range Rover, Jaguar F-Pace e Jaguar F-Type. Questo motore è stato storicamente prodotto da Ford a Bridgend, ma è stato ritirato internamente quando l’impianto è stato chiuso ormai nel 2019. Con l’imminente attuazione della più severa legislazione sulle emissioni Euro 7, la produzione di questo motore verrà gradualmente ridotta e i modelli più potenti di JLR passeranno quindi ad unità di derivazione BMW.

Il V8 da 4,4 litri, chiamato internamente S63, attualmente spinge le BMW M più potenti, con potenze massime di 626 cavalli e 750 Nm di coppia a bordo della BMW M5 CS. Land Rover utilizzerà la propria versione del motore a bordo dei suoi SUV di fascia alta, con una messa a punto su misura e varie modifiche apportate dai suoi ingegneri per adattarsi al meglio alle caratteristiche richieste dal nuovo utilizzo.

Come descritto, nel caso della Range Rover produce 523 cavalli per un tempo utile a percorrere il tratto di tachimetro da 0 a 100 km/h in appena 4,6 secondi. In definitiva si avrà a disposizione un valore di potenza leggermente inferiore ma un confortevole miglioramento delle prestazioni rispetto alla precedente unità V8, mentre si prevede che tali potenze saranno aumentate per la Sport in linea con il suo dinamismo più consistente.

È molto probabile che la nuova Range Rover Sport SVR, che sarà caratterizzata da un pacchetto stilistico aggressivo comprendente scarichi a quattro uscite e uno spoiler posteriore prominente, sarà messa a punto per abbinarsi ai 616 cavalli a disposizione sulla BMW X6 M Competition. Ciò avvicinerà il tempo utile per lo 0-100 km/h ad un valore più vicino ai 4,0 secondi e aumenterà la velocità massima a circa 290 km/h.

Una tale spinta rafforzerebbe le credenziali della Range Rover più in voga nel Segmento dei Super SUV oggi estremamente competitivo e sempre più importante, che è cresciuto notevolmente dall’introduzione dell’auto versione nel 2013. I nuovi arrivi includono l’Aston Martin DBX, la Porsche Cayenne Coupé, la Lamborghini Urus e anche la Maserati Levante Trofeo.

Non solo, ma si dice che l’unità V8 a marchio BMW sia il 17% più efficiente dell’unità “AJ” in uscita. Nel suo stato di messa a punto inferiore, è ufficialmente capace di emettere 265 g/km sul ciclo combinato WLTP. Tuttavia, Land Rover spingerà per ridurre ulteriormente il suo impatto sull’ambiente con una gamma di Range Rover Sport più ampiamente elettrificata.

RR Sport

Previste ovvie varianti ibride e poi l’elettrico

L’architettura MLA può ospitare una varietà di propulsori elettrificati e la Sport di serie seguirà la Range Rover adottando una gamma di motori a sei cilindri in linea da 48 Volt dotati di ibridi leggeri, sia a benzina che diesel, che vanno da 246 cavalli a 395 cavalli di potenza. Ma più degna di nota sarà l’introduzione di un sistema ibrido plug-in fortemente potenziato che accoppia un motore a benzina a sei cilindri da 3,0 litri con un motore elettrico da 141 cavalli e una batteria da 31,8 kWh utilizzabile fino a 100 chilometri di autonomia in elettrico.

BMW ha anche recentemente dimostrato che il suo V8 può essere utilizzato come parte di un sistema PHEV, con il nuovo Concept SUV XM che aggiunge un motore elettrico ad alto rendimento per una potenza totale di 740 cavalli e 1.000 Nm di coppia, mentre una batteria da 20 kWh fornisce 80 chilometri di autonomia in elettrico. Un assetto simile sarà implementato a bordo della prossima BMW M5 e potrebbe essere adattato in modo fattibile per l’utilizzo sulla Range Rover Sport per creare il modello di casa Land Rover più potente di sempre.

Oltre a ciò, la Range Rover Sport sarà infine offerta con una trasmissione puramente elettrica in linea con i piani di Land Rover di abbandonare i tradizionali propulsori a combustione interna. Il costruttore ha confermato che tutti i modelli saranno offerti con un’opzione puramente elettrica entro la fine del decennio, a partire dalla Range Rover standard nel 2024, e spera di raggiungere un mix di vendite di veicoli elettrici del 60% entro quella data.

RR Sport

Introdurre una Range Rover Sport a emissioni zero sarà fondamentale per raggiungere questo obiettivo, quindi senza dubbio seguirà subito dopo il suo fratello maggiore lanciato intorno alla metà del decennio. Non è ancora stato confermato se questi modelli Range Rover elettrici utilizzeranno anche propulsori derivati ​​da quelli BMW.

La partnership di JLR con il costruttore tedesco è incentrata sullo sviluppo condiviso di nuovi sistemi di trasmissione EV, ma BMW offre già una varietà di auto elettriche a trazione posteriore e integrale, inclusa la nuova iX, disponibile con tre diversi set di motori gemellati. La disponibilità di 611 cavalli della BMW M60 e 1.100 Nm di coppia doterebbe la Range Rover Sport EV con prestazioni alla pari, se non superiori, al prossimo SVR con motore V8.

Foto, Autocar