Tesla Model 3, non è tutto oro quel che luccica

Tesla Model 3Con la Tesla Model 3 il produttore americano full electric avrebbe dovuto entrare a pieno titolo nel mercato delle berline di medie dimensioni con un prezzo molto competitivo rispetto a quello delle Model S e Model X. Infatti negli USA la Model 3 ha un prezzo di partenza pari a circa 35.000 dollari. Dove sta quindi il problema? Proprio “a causa” della nuova berlina pare siano sorte delle difficoltà legate alla sua produzione che si sono riversate sui dipendenti visto che tra operai, ingegneri e manager ne sono stati licenziati circa 400, come riportavano giornali californiani nei giorni scorsi.

Secondo l’azienda i licenziamenti applicati vengono spiegati con un piano di riorganizzazione annuale che non convince gli analisti sulla base del rapporto di Tesla sulla costruzione delle Model 3 ad ottobre; da luglio a settembre 2017 ne sono state completate. Lo sto sarebbe stato causato da problemi derivanti dall’impianto produttivo in California e da quello delle batterie in Nevada.

Il Wall Street Journal riporta addirittura che i problemi alla base del dissesto numerico della Model 3 sia dovuto ad una difficoltà riscontrata nella lavorazione dei metalli. I problemi derivano da fatto che la Tesla Model 3 utilizza una doppia matrice metallica, acciaio e alluminio; il problema andrebbe ricercato nel non riuscire a saldare i due metalli efficacemente. Questo perché fino ad ora la Casa utilizzava la rivettatura e l’incollaggio dell’alluminio per la Model S e la Model X.

A detta sempre del Wall Street Journal, Tesla lo scorso settembre non aveva ancora terminato la linea produttiva per la Model 3 e le vetture uscite dalla produzione fino a quel momento venivano costruite in maniera quasi artigianale, cosa che avrebbe dilatato i tempi e prodotto quel numerico ridotto rispetto alle previsioni. Vedremo come andrà a finire ma probabilmente non è tutto oro quel che luccica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.