Tesla supera GM nelle azioni

TeslaÈ chiaro che l’imminente arrivo della Tesla Model 3 sta portando giovamento alle azioni dei californiani capitanati da Elon Musk. Visto il numero già spropositato di ordini le previsioni di profitti esagerati paiono essere fondate e le conseguenti attività di investimento sembrano seguire la stessa linea. I titoli Tesla proprio in questi giorni sono schizzati alle stelle raggiungendo ora i 313 dollari per azione guadagnando un aumento pari quasi al 3% e mezzo. Ad oggi è chiaro che la capitalizzazione di Tesla risulta essere un po’ più alta di quella di General Motors; ad oggi Tesla vanta un valore azionario di 51 miliardi di dollari contro i 50,89 miliardi della General Motors. Basti pensare che Ford per esempio vanta un pacchetto pari a 46 miliardi, già ampiamente superato da Tesla nei giorni scorsi. FCA invece oggi possiede un valore azionario pari a 15,5 miliardi di dollari.

In quattro mesi le azioni di Tesla sono cresciute di più del 70%. La causa, come si diceva, pare che vada ricercata proprio nella maggiore competitività della Tesla Model 3, competitività che va ricercata nelle dimensioni e nei prezzi più abbordabili che la rendono una vettura più appetibile e quindi più propensa a generare guadagni di un certo livello.

Attenzione però perché tutto ciò non deve far pensare alle rose e ai fiori; Tesla nel 2016 ha prodotto circa 84.000 vetture con un bilancio in perdita di 700 milioni di dollari. Inoltre a detta di alcuni specialisti del settore gli impianti di produzione vengono definiti tra i meno efficienti dell’industria automobilistica. Questo però, visti gli incrementi positivi, sembra non allontanare gli investitori che credono fortemente nel progetto di Elon Musk, nella capacità di produzione e di vendita che la nuova Model 3 genererà nell’indotto dell’elettrico californiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *