in ,

Tesla: un gruppo di proprietari in sciopero della fame

Dei proprietari di Tesla, in Norvegia, ha iniziato uno sciopero della fame in segno di protesta per attirare l’attenzione sul costruttore

Tesla

Un gruppo di proprietari di vetture a marchio Tesla, in Norvegia, ha iniziato uno sciopero della fame in segno di protesta per attirare l’attenzione sul marchio. Non pochi clienti del costruttore segnalano infatti problemi con le loro elettriche. Le cause sono molteplici: un sedile anteriore allentato, luci che non funzionano correttamente e anche il mancato avvio quando fa freddo.

La Norvegia è un paese che viene spesso utilizzato come esempio quando si parla e si analizzano le strategie di transizione verso la mobilità sostenibile che vengono portate avanti. Non è un caso che proprio la Norvegia può vantarsi di essere il Paese con la più alta percentuale di auto elettriche pro capite al mondo. Uno dei marchi automobilistici leader in questo piccolo, ma importante mercato, è Tesla. Tuttavia, nonostante i buoni dati di vendita che Tesla ottiene nel territorio norvegese, si è verificata una grave battuta d’arresto.

Un gruppo di proprietari di Tesla in Norvegia ha infatti cominciato un vero e proprio sciopero della fame. Cosa ha innescato questa bizzarra situazione? Una lunga lista di problemi nelle elettriche del costruttore texano e la mancanza di attenzione del marchio nel risolverli prontamente. Alcuni problemi che, in molti casi, rendono impossibile l’utilizzo del veicolo

Quali sono i problemi dei proprietari di Tesla che hanno innescato lo sciopero in Norvegia

Il gruppo di proprietari colpiti fa notare che la Norvegia dispone del maggior numero di auto elettriche Tesla pro capite al mondo. Ecco perché, sebbene non venga generato lo stesso volume di registrazioni come, ad esempio, negli Stati Uniti, è un mercato a cui il marchio deve prestare particolare attenzione.

Tesla

Sul sito web che è stato abilitato a ottenere maggiore visibilità, il gruppo di proprietari interessati riassume i principali problemi che stanno riscontrando nel seguente elenco:

  • L’auto non si avvia quando fa freddo
  • Le maniglie delle portiere non si aprono quando fa freddo
  • Rumore stridulo intenso
  • L’auto non si avvia quando fa caldo
  • “Bolle” nei sedili
  • Sedile anteriore che si allenta
  • Portellone del bagagliaio pieno di acqua piovana
  • La guida autonoma non funziona correttamente
  • Connessione Internet eccessivamente lenta
  • Malfunzionamento dei tergicristalli
  • L’auto scricchiola quando si superano dossi e buche sulla strada
  • Modanature decorative sciolte
  • Le luci non funzionano correttamente
  • Le porte smettono di funzionare e in alcuni casi si aprono da sole
  • Il computer di bordo non funziona
  • Bordi gialli intorno agli schermi
  • Finestrini che non si chiudono completamente
  • I sistemi si riavviano da soli
  • Problemi con il processo di ricarica della batteria
  • Riduzione della potenza
  • Problemi di ruggine sulle auto nuove (soprattutto nel caso della Model 3)
  • La scarsa qualità della vernice costringe l’auto a essere riverniciata
  • Problemi di aria condizionata
  • Durata della batteria inferiore a quella dichiarata da Tesla

I proprietari affermano che quando Tesla promette di contattarli non lo fa, costringendoli ad aspettare molto tempo al telefono per ottenere una risposta. Inoltre, sottolineano che non tutti i problemi vengono risolti durante la manutenzione dell’auto.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!