in ,

Volkswagen: progressi sulle elettriche più economiche

Il Gruppo Volkswagen continua a lavorare sulla futura ID.2 e sulle cugine a marchio Seat e Skoda: l’idea è un’elettrica da meno di 25mila euro

Volkswagen

Il Gruppo Volkswagen continua a lavorare sulla futura ID.2 e sulle cugine a marchio Seat e Skoda. Lo stabilimento che assemblerà questi attesi modelli e che era già stato confermato durante un evento tenuto da Cupra è oggetto di un investimento pari a 10 miliardi di euro.

Quando vedremo finalmente delle auto elettriche davvero versatili a meno di 25.000 euro, senza contare bonus statali che comunque saranno sicuramente destinati a scomparire? Di certo non domani, visto che l’attuale mercato relativo all’auto elettrica che resta molto caro. Al momento, nessun produttore è in grado di offrire un prodotto del genere, inclusa Tesla, e per una buona ragione: tutti sono sulla stessa barca per quanto riguarda il costo delle batterie, che dipende dai progressi della ricerca e dal prezzo dei metalli.

Indipendentemente dagli strumenti industriali disponibili, i gruppi automobilistici al momento non sono in grado di vendere un’auto elettrica versatile con una discreta autonomia a meno di 25.000 euro e che non sia prodotta in Cina o che non abbia la sicurezza passiva di un’auto degli Anni ’80. Ma questo dovrebbe cambiare rapidamente poiché i pianeti potrebbero allinearsi entro il 2025, quando scopriremo modelli come la Renault 5 elettrica e le sue rivali del Gruppo Volkswagen. Quest’ultimo, inoltre, ci dà finalmente un assaggio del progetto delle city car elettriche.

Volkswagen ID.2, Cupra Urban Rebel e Skoda

Cupra aveva già confermato che le future city car elettriche del Gruppo Volkswagen sarebbero state assemblate in Spagna. Oggi, il colosso tedesco precisa le sue operazioni: 10 miliardi di euro saranno destinati a questo enorme progetto, parte del quale per la costruzione di una Gigafactory destinata alla produzione di batterie in Spagna. Che produrrà l’equivalente di 40 GWh di batterie per Cupra, Skoda e Volkswagen Ma ciascuna delle vetture avrà una sua identità, come dimostrano i primi teaser, che sono semplici schizzi del profilo di queste auto ovviamente attesissime, nello stesso modo di una prossima Renault 5.

La Volkswagen (che dovrebbe essere appunto la ID.2) gioca la carta di uno stile meno dinamico e muscoloso rispetto ad esempio alla prossima Skoda elettrica che adotterà una caratterizzazione stilistica più sportiveggiante. E per quanto riguarda Cupra, l’accento è posto sulla sportività, sulla scia di quanto già fatto per il concept Urban Rebel. Per Volkswagen, lo sviluppo della city car ha dovuto passare attraverso la scatola del “design” poiché la direzione non era soddisfatta del lavoro svolto sulla scia del concept ID.Life.