in ,

Volvo: una fuga di notizie svela tutti i nomi delle future elettriche

Gli svedesi di Volvo stanno per entrare in una nuova era, quella che il costruttore ha annunciato da anni e che sta per concretizzarsi

Volvo

Gli svedesi di Volvo stanno per entrare in una nuova era, quella che il costruttore ha annunciato da anni e che sta per concretizzarsi. Volvo, che ha annunciato un terzo SUV completamente elettrico, sta preparando 14 modelli i cui nomi commerciali sono stati già registrati.

La nuova Volvo EXC90 sarà presentata tra poche settimane. Lo ha già confermato il costruttore svedese, avanzando quello che sarà il terzo SUV nella gamma dei modelli 100% elettrici del marchio, e il sostituto a medio termine dell’ammiraglia a combustione interna.

Un importante passo avanti che inizia a plasmare una strategia commerciale annunciata anni fa, con la quale Volvo è diventata il primo produttore a diventare un’azienda a emissioni zero prima del 2030.

A Göteborg hanno grandi progetti per il futuro, trasformando completamente la loro offerta di prodotti che abbandoneranno la combustione tradizionale e gli ibridi plug-in, per passare alle auto alimentate da batterie e quindi a trazione completamente elettrica, che arriveranno gradualmente. La nuova Volvo EXC90 si unirà alle XC40 e C40 già in vendita, ma non saranno le uniche elettriche del marchio perché il costruttore sta preparando ben 14 modelli in più, secondo gli olandesi di Autorai.

Segmento B ed C
Le denominazioni del Segmento B ed C – Foto, Motor.es

I futuri veicoli elettrici a marchio Volvo formano una gamma assolutamente completa

Il registro europeo dei brevetti ha svelato i nomi commerciali dei prossimi modelli a marchio Volvo, il che non significa che tutti arriveranno sul mercato, ma rivela dettagli molto interessanti. Ad esempio, quella finora nota come XC20 si trasforma in EX30 è sarà un piccolo B-SUV completamente elettrico che competerà con grandi rivali come la futura MINI Aceman e la DS 3 Crossback E-Tense.

Nella gamma delle compatte la rivoluzione è assicurata anche in quanto recupereranno altre due ipotesi di carrozzeria tradizionali scomparse da tempo con la ES40 e la EV40. La prima sarà una berlina mentre la seconda una compatta tradizionale e dallo stile più familiare. I SUV indosseranno i badge EX40 ed EXC40, anche se per ora la differenza tra loro è un mistero per via del nome commerciale; il secondo può puntare su una carrozzeria più sportiva o sul “Cross Country”.

Segmento D ed E
Le denominazioni del Segmento D ed E – Foto, Motor.es

I Segmenti D ed E introdurranno invece anche le ES60, EV60, EX60 ed EXC60 il che significa che il marchio manterrà l’attuale struttura e non rinuncerà nemmeno alla carrozzeria station wagon. Nella gamma più alta, la nuova EX90 sarà affiancata dalle ES90, EV90 ed EXC90. Volvo utilizzerà inoltre due piattaforme, la “SEA” delle Geely Asians per i veicoli più piccoli del lotto mentre quelli più grandi verranno sviluppati sulla base della piattaforma “SPA 2”, dotata di potenti batterie che, nel caso delle varianti più care, offrirà fino a 700 chilometri di autonomia.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!