TOP

Patente per la guida professionale dei miniescavatori e costo del mezzo

miniescavatoreLa capacità di guida di miniescavatori rappresenta non soltanto una competenza in più che possiamo avere, per svolgere lavori personali, ma potrebbe essere un elemento importante per lavorare nel settore edile, agricolo e di ristrutturazione stradale, in quanto i miniescavatori si sono diffusi come macchine di movimento terra flessibili.

Non sono pesanti come i bulldozer, grandi escavatori cingolati e rinforzati, e sono meno pesanti e stabili rispetto agli scraper, le pale caricatrici gommate o la terna. I miniescavatori si caratterizzano per la presenza di un piccolo abitacolo di guida e un grosso braccio scavatore flessibile. La minor pesantezza rende questa macchina movimento terra maneggevole in spazi cittadini piccoli e con terreni che non possono supportare grandi pesi, allo stesso tempo però sono flessibili a grandi lavori, soprattutto su terreni agricoli o di ricostruzione stradale. La richiesta dei miniescavatori si è diffusa tra aziende agricole e società di costruzione, pertanto avere un patentino che certifichi la qualità di guida per queste macchine di movimento terra può essere un elemento importante di competenza curriculare.

Da 12 marzo 2012 è entrato in vigore un accordo tra governo e regioni che istituisce una specifica abilitazione per chi utilizza dei mezzi meccanici, siano essi lavoratori autonomi o dipendenti (fonte Federunacoma). Il testo era stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 60 del 12 marzo 2012. L’accordo nasceva dalla necessità di stabilire regole e controlli più duri sull’uso delle macchine scavatrici e mezzi pesanti da lavoro e mettere quindi alla guida di miniescavatori e altre macchine persone realmente capaci, limitando i danni che questi mezzi potrebbero causare se non usati correttamente.

All’interno della circolare del 22 febbraio 2013 numero 4857 troviamo la distinzione tra macchine agricole operatrici e macchine operatrici, i miniescavatori fanno parte di questa seconda categoria e per essere guidate necessitano di una patente A1 conseguibile all’età di 16 anni e che può essere anche usata per mezzi con le seguenti misure: larghezza massima 1,60 metri, lunghezza massima 4 metri, altezza massima 2,50 metri, peso massimo 2,50 tonnellate in base agli assi semimovimenti. In realtà, ci sono anche altre Patenti che possono essere usate come la Patente B, conseguibile dall’età di 18 anni che abilita alla guida delle macchine agricole di qualunque tipo e dimensioni, la Patente C che si può prendere dai 21 anni, consente la guida di grandi macchine operatrici industriali con caratteristiche di eccezionalità, quindi i dumper, le autogru, eccetera. L’abilitazione professionale alla guida dei miniescavatori segue una sua disciplina confermata e rinnovata dal “Decreto del Fare”, legge Agosto 2013. Per i lavoratori è previsto un corso di formazione e per i guidatori con esperienza di miniescavatori diventa obbligatorio seguire dei corsi di aggiornamento professionale che rilasciano un attestato di competenza.

Quanto costa un miniescavatore? Tra le 20 e le 70 mila euro per quelli più commercializzati; tutto dipende sempre dalle capacità economiche e lavorative dell’impresa e dalle sue esigenze. Queste imprese, una volta affrontata la grande spesa, noleggiano le macchine ai privati, con e senza manovratore. I costi del noleggio di miniescavatori variano in base alla zona e ai giorni richiesti per il noleggio. In media il noleggio si attesta sugli 80 euro al giorno. Rimane a disposizione anche un’altra opzione per l’acquisto di questi mezzi, ovvero rivolgersi all’usato online. Esistono infatti diversi portali online che trattano l’usato di miniescavatori e molte altre tipologie di mezzi edili. Tra i vari segnaliamo machinerypark, una piattaforma online nata del 2003, che mette a disposizione un database di oltre 50.000 offerte di vendita/noleggio per macchinari edili e industriali usati .

Che ne pensi di questa notizia? Lascia un commento

La tua e-mail non verrà mai pubblicata o condivisa.

Puoi utilizzare questi tags e attributi HTML:<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>